rotate-mobile
Lunedì, 24 Giugno 2024
Cronaca Centro Storico / Via dei Condotti

Roma, meno di undici minuti per il colpo da 500 mila euro da Bulgari: caccia alla banda del buco

Un colpo organizzato con le pattuglie delle forze dell'ordine impegnate anche nelle vigilanze dei seggi per le elezioni

Tutto calcolato. Il blitz in 10 minuti e 50 secondi circa, le vie di fuga studiate, cunicoli fognari scavati e usati come gallerie e la data, quella con le forze dell'ordine impegnate anche nelle vigilanze dei seggi e meno, quindi, in strada.

Il maxi furto da 500 mila euro consumato nel negozio di Bulgari, in via del Condotti, non è stato estemporaneo. Vista la preparazione del colpo appare i ladri, tre secondo i primi riscontri della polizia di Stato che indaga, non hanno lasciato nulla al caso.

Poche tracce

Unico indizio, almeno stando alle vie ufficiali, sarebbe un piede di porco sul quale si spera possa esserci qualche impronta digitale. Una speranza, più che altro, anche se appare difficile che un colpo così architettato possa naufragare per uno sbaglio superficiale. 

Chi ha agito, infatti, avrà sicuramente indossato dei guanti. Di certo i ladri sono entrati nella gioielleria attraverso un buco nel pavimento, che collegava il negozio ai sotterranei di un palazzo e che li ha portati in un locale di servizio. Una volta entrati all'interno hanno spaccato le vetrine e rubato borse e pelletterie di lusso. Il sistema di allarme è scattato poco prima della mezzanotte.

Il maxi colpo studiato

Per arrivare al negozio la banda del buco potrebbe aver sfruttato anche il sistema fognario. Per questo si stanno ispezionando anche i cunicoli, scandagliati già per tutta la mattinata di ieri per ricostruire il percorso fatto dai ladri all'andata e al ritorno. A riprendere i tre ladri (ma non è escluso che siano di più) sono state due delle quattro telecamere di sicurezza interne a Bulgari. Le altre erano state disattivate dai malviventi. 

I vigilanti hanno allertato la polizia che ci ha messo meno di 7 minuti per aggiungere Bulgari. Tra i tre i quattro minuti, poi, sono serviti per aprire la porta del negozio, mentre i ladri nel frattempo fuggivano.

Le ipotesi

Tutto calcolato. Chi indaga ipotizza che la banda del buco possa aver architettato il piano per giorni, usando solamente poco prima del blitz un martello pneumatico portatile per aprire l'ultimo varco. Nessuno nel palazzo si sarebbe accorto del rumore. Inoltre si sospetta di sopralluoghi precedenti per calcolare le vie di fuga e i tempi d'azione. La caccia ai ladri continua.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Roma, meno di undici minuti per il colpo da 500 mila euro da Bulgari: caccia alla banda del buco

RomaToday è in caricamento