rotate-mobile
Lunedì, 26 Febbraio 2024
Cronaca Centro Storico / Via del Babuino

La banda che compra scarpe e orologi con carte di credito rubate

Oltre alle denunce (utilizzo indebito di strumenti per il pagamento elettronico e ricettazione i reati contestati) per tre cubani è scattato il divieto di dimora nel comune di Roma

Due storie che in realtà erano la stessa storia. Da un lato il furto ad una coppia di turisti. Dall'altro un gruppo di tre cubani che compravano in modo compulsivo nel cuore di Roma, spendendo senza sosta, in pochi minuti, migliaia di euro. Una storia che parte dalla fine, dai poliziotti del commissariato Trevi che, in servizio contro i reati predatori commessi in centro, hanno notato tre giovani cubani, entrare ed uscire di continuo da negozi di lusso di via del Babuino. 

Erano da poco passate le 15 quando, usciti da un negozio, sono stati bloccati dagli agenti. Prima la richiesta dei documenti, poi accertamenti più approfonditi che hanno portato a scoprire che i due, oltre alla costosissima merce (4 paia di scarpe per un totale di 1510 e un orologio da 1560 euro), avevano indosso anche effetti personali il cui furto, era stato denunciato da una coppia americana. 

E proprio mentre i poliziotti fermavano i tre, una coppia di turisti americani sta andando a fare denuncia presso l'ambasciata per un furto subito, poche ore prima, in Vaticano. E' stato proprio il turista americano, presentando i messaggi di notifica ricevuti sul cellulare, a confermare che per pagare la merce acquistata, i tre cubani avevano usato proprio le carte degli americani. 

Recuperata la refurtiva, la stessa è stata consegnata agli statunitensi. Oltre alle denunce (utilizzo indebito di strumenti per il pagamento elettronico e ricettazione i reati contestati) per i tre è scattato il divieto di dimora nel comune di Roma. 
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La banda che compra scarpe e orologi con carte di credito rubate

RomaToday è in caricamento