Il padre provava a venderlo in spiaggia, la mamma lo porta via dall'ospedale senza autorizzazione

Il bambino era stato ricoverato in ospedale per accertamenti e, secondo i primi riscontri, era stata tolta la patria potestà ai genitori. A denunciare ai poliziotti il fatto è stato proprio il personale medico

"Hanno rapito un bambino biondo, correte". E' questa la denuncia arrivata al Numero Unico per le Emergenze alle forze dell'ordine nella mattinata dell'undici agosto. Un tam tam continuo partito dall'ospedale Grassi di Ostia dove, anche il personale medico ha allertato la polizia di Stato.

Gli agenti del Commissariato del Lido, accertata la veridicità del fatto, hanno iniziato a lavorare facendo le prime indagini. "Una signora ha portato via suo figlio dal Grassi senza alcun permesso", hanno confermato dalla Questura di Roma sottolineando che la donna, romena, al momento non avrebbe più la "patria potestà sul minore". Un fatto, questo, ancora oggetto di indagine.

Sono bastati poi altri pochi attimi per ricostruire la vicenda: la donna è la madre del bambino di due anni che a fine luglio venne 'offerto' per compiere prestazioni sessuali in cambio di soldi dal padre 25enne, a un turista sul lungomare di Ostia. Un dramma familiare che oggi ha scritto una nuova pagina.

Secondo quanto ricostruito intorno alle 10:45 circa la madre del piccolo, salvato dai finanzieri e dalla polizia che arrestarono poi il padre 25enne, si è presentata all'ospedale Grassi dove il bimbo era ricoverato per accertamenti e lo ha portato via senza l'autorizzazione, approfittando evidentemente di qualche attimo di distrazione del personale del nosocomio di via Passeroni.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Le ricerche della madre e di suo figlio procedono a ritmo serrato. Gli investigatori hanno ascoltato il personale medico, gli addetti alla vigilanza e i cittadini presenti al Grassi di Ostia. In più sono state acquisite le immagini di sorveglianza del plesso e dell'esterno. Il piccolo, sotto choc e disidratato dopo l'episodio dello scorso luglio, secondo quanto emerso era stato affidato temporaneamente ai servizi sociali.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Torvaianica, sparatoria tra i bagnanti sulla spiaggia: ferito un uomo

  • Colonna di fumo invade il Raccordo Anulare, chiuso in entrambe le direzioni

  • Referendum, come si vota? Cosa succede se vince il sì, cosa succede se vince il no

  • Sciopero 25 settembre: a Roma metro e bus a rischio per 24 ore

  • Sciopero Roma: oggi metro, bus e tram a rischio per 24 ore. Gli orari

  • Coronavirus, a Roma 141 casi: è il dato più alto da inizio pandemia. Nel Lazio 238 contagi. Il bollettino del 22 settembre

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento