rotate-mobile
Cronaca Ardea / Via Degli Astri

Domenica tragica ad Ardea, folle uccide due bambini ed un anziano

I due fratellini di 5 e 10 anni stavano giocando in un parco davanti casa. L'aggressore barricato in casa

Una domenica di sangue e follia. Un raptus di un uomo con problemi psichici che ha stroncato la vita di due bambini ed un anziano che hanno avuto l'unica colpa di trovarsi al posto sbagliato al momento sbagliato. La mattinata di sangue ad Ardea, Comune della provincia di Roma, dove un 34enne con problemi psichici, colpito da un raptus omicida ha aperto il fuoco in un'area verde di via degli Astri, nel Consorzio Colle Romito, lasciando dietro di sè morte e disperazione.

Vittime dalla follia omicida dell'uomo due fratellini di 5 e 10 anni che stavano giocando a pochi metri dalla loro casa ed un uomo di 74 anni, che passava in bici. Almeno tre i proiettili esplosi dal 34enne con una pistola che hanno colpito mortalmente i due bambini e l'anziano. Fra la paura ed il panico l'aggressore è quindi scappato barricandosi in una casa che si trova nello stesso consorzio dove si è consumato il triplice omicidio. 

Una mattinata di paura che si è poi tramutata in disperazione con il passare dei minuti. Nonostante un disperato tentativo di rianimazione i tre sono morti dove hanno incrociato il folle. Prima l'anziano, poi il bimbo di 5 anni ed infine il fratello maggiore di 10 anni. Una morte che ha gettato nello sconforto non solo Ardea, ma tutta la nazione, scossa dalla morte innocente di tre persone, fra le quali due bambini.

Spari ad Ardea

Sul posto sono immediatamente arrivati i carabinieri in forze che hanno quindi cominciato la caccia all'uomo trovandolo poco dopo barricato in casa. Una situazione di massima tensione, molto delicata, che ha richiesto l'intervento dei reparti speciali dell'Arma dei carabinieri intervenuti con le squadra Api e Gis che hanno il compito di intervenire all'interno di situazioni ad alto rischio.

Accerchiata la casa dove il 34enne si è barricato i militari hanno cominciato un'opera di negoziazione. Le forze dell'ordine, con l'ausilio della madre del 34enne che si trovava all'esterno dell'edificio insieme agli agenti, hanno provato a portare avanti i negoziati per convincerlo ad arrendersi, in attesa del momento propizio per fare irruzione, mentre i cieli del litorale laziale erano sorvolati da due elicotteri partiti dall'aeroporto di Pratica di Mare ed un paio di droni. 

Dopo cinque ore di massima tensione, con l'uomo che aveva ormai smesso di dare segnali di vita e presenza in casa, è scattata quindi l'irruzione nell'appartamento con i militari che sono entrati in casa ed hanno trovato il 34enne morto.

Resta una tragedia, una domenica di sangue, con un uomo che senza motivo ha ucciso due fratellini ed un anziano lasciando dietro di sè una scia di morte e disperazione per poi togliersi la vita. 

"Era arrivato qui da pochi mesi e da subito aveva creato problemi al consorzio. Alcune volte era già capitato che l'uomo uscisse di casa e sparasse in aria. Avevamo segnalato la cosa ma non si era capito se avesse un'arma vera o una scacciacani" le parole del presidente del Consorzio di via di Colle Romito Romano Catini,

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Domenica tragica ad Ardea, folle uccide due bambini ed un anziano

RomaToday è in caricamento