Rapine e minacce, ecco la baby gang dell'Appio Claudio. Il capo ha 13 anni

Solamente due giovani vittime hanno avuto il coraggio di denunciare quanto accaduto, fornendo elementi utili all'identificazione dei componenti della banda

Spregiudicati e aggressivi. Tra giugno e luglio avevano di fatto terrorizzato l'intero quartiere Appio Claudio, prendendo di mira coetanei e minorenni costretti, sotto minaccia, a cedere le loro bici o i loro soldi. Ma, nonostante le numerose segnalazioni giunte presso il Commissariato di Polizia Tuscolano, solamente due giovani vittime hanno avuto il coraggio di denunciare quanto accaduto.

La loro testimonianza è stata utile per scovare e identificati i componenti di una violenta baby gang che, dopo le rapine, con il potere intimidatorio tipico del gruppo, induceva le vittime a non raccontare nulla ai genitori e alle forze dell'ordine, creando un muro di omertà difficile da scalfire.

Gli investigatori del Commissariato Tuscolano dopo un'intensa attività d'indagine sono riusciti a risalire alle generalità di tutti i componenti della baby gang, composta da un ragazzo appena diciottenne, da un altro di anni 16 e da un giovane di etnia rom di soli 13 anni, considerato, a tutti gli effetti, per la sua  determinazione il "capo" del gruppo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Su disposizione della Procura della Repubblica di Roma, per i reati di rapina aggravata e tentata estorsione, è stato notificato al maggiorenne un ordine di custodia cautelare in carcere, mentre al ragazzo minore, la Procura della Repubblica di Roma e il Tribunale per i minorenni, per i medesimi reati, ha disposto obbligo della permanenza in casa. Il "capo" della baby-gang, minore di anni 14 all'epoca dei fatti, e pertanto non imputabile per i fatti incriminati, è stato segnalato all'Autorità Giudiziaria.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Roma, la mappa del contagio di luglio: i quartieri dove ci sono stati più casi

  • Gita fuori porta: cinque luoghi da non perdere a due passi da Roma

  • Coronavirus, a Roma 13 nuovi casi: quattro arrivano da altre regioni. I dati Asl del 31 luglio

  • Case Ater all’asta: da Garbatella a Trionfale 18 immobili finiscono sul mercato

  • Coronavirus, 9 nuovi casi a Roma. Tutti i dati dalle Asl del primo agosto

  • Meteo Roma e Lazio, allerta maltempo da oggi e per le prossime 24 ore

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento