rotate-mobile
Cronaca Quadraro / Via di Porta Furba

Speronano e rapinano automobilista di smartphone e bancomat

Scovati dalla polizia i tre rapinatori sono stati fermati dopo un inseguimento andato avanti per 6 chilometri sulle strade di Tor Bella Monaca

Speronato da una vettura è stato rapinato. Un automobilista, vittima di una banda di tre rapinatori. Messo nel mirino in via di Porta Furba, all'Appio Tuscolano, è stato derubato di smartphone e bancomat. Era lo scorso mese di febbraio. La banda è stata poi scovata dalla polizia con i malviventi intercettati e fermati solo al termine di un pericoloso inseguimento per le strade di Tor Bella Monaca. 

Speronato e rapinato a Porta Furba 

La rapina è avvenuta in via di Porta Furba: la vittima, che viaggiava alla guida della propria auto, è stata speronata dal conducente di un’utilitaria. Dopo la collisione entrambe le auto si sono fermate sul ciglio della strada e dall’utilitaria sono  scesi due passeggeri che si sono rapidamente avvicinati al conducente dell’altra macchina e lo hanno rapinato del cellulare e del bancomat.

Rapinatori scovati a Tor Bella Monaca

Le indagini, condotte fin da subito dagli agenti del commissariato Appio, hanno permesso di ricostruire l’accaduto e soprattutto di individuare il modello e la targa dell’auto usata per compiere il reato. Auto che non era però direttamente riconducibile a una persona fisica. Gli stessi agenti di via Botero hanno diramato a tutte le autoradio la “nota di ricerca” e pochi giorni fa, sul vialone di Tor Bella Monaca, una volante ha intercettato la berlina con 2 persone a bordo.

Sei chilometri di inseguimento 

I 2, quando hanno capito di essere seguiti dalla Polizia, hanno accelerato dando così vita a un lungo inseguimento per le vie di Tor Bella Monaca, nella periferia est della Capitale. I poliziotti sono riusciti a fermare l’auto dopo circa 6 chilometri. Durante la fuga, gli occupanti dell’auto inseguita hanno lanciato dal finestrino dello stupefacente, poi recuperato. 

Il terzo rapinatore 

Gli agenti delle volanti, coadiuvati dagli investigatori del commissariato Appio, hanno subito svolto una serie di accertamenti e perquisizioni che hanno portato al rintraccio di una terza persona e al rinvenimento di ulteriore stupefacente. Già dal primo momento è emerso che le 3 persone fermate potevano essere le stesse che avevano messo a segno la rapina in via di Porta Furba. Tale ipotesi è stata poi supportata da una serie di riscontri che hanno poi portato all’adozione nei confronti degli stessi del fermo di indiziato di delitto.   

Tre arresti 

I 3, tutti nati della Colombia, di 24, 30 e 21 anni, dopo gli atti di rito, sono stati portato nel carcere romano di Regina Coeli a disposizione della magistratura. Il Giudice per le indagini preliminari, su richiesta della procura di Roma, ha convalidato la misura confermando per tutti e 3 il reato di rapina in concorso e, soltanto per due di loro, la violazione della normativa sugli stupefacenti.   

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Speronano e rapinano automobilista di smartphone e bancomat

RomaToday è in caricamento