Autodemolitore Laurentino: auto di lusso rubate su un tir in partenza per la Polonia

Sono 5 le persone finite in manette per ricettazione. Denunciati due italiani dipendenti dello 'sfasciacarrozze'. La rivendita nell'Est Europa avrebbe fruttato 30mila euro

Il Tir pronto per la partenza verso la Polonia

Erano pronti ad essere rivenduti nell'Est Europa dopo un viaggio all'interno di un Tir che da Roma li avrebbe trasportati in Polonia. A scoprire un autodemolitore in zona Laurentina dove venivano smontati e ricettati i pezzi di alcune auto di lusso rubate, i carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia Roma Eur che hanno sottoposto a fermo di Polizia Giudiziaria cinque cittadini polacchi e denunciato a piede libero due italiani per ricettazione di auto di lusso.

TIR CARICO - Ieri mattina, i militari, nel corso di un attività di controllo hanno notato un Tir parcheggiato in uno 'sfasciacarrozze' in zona Laurentina e, avendo notato uno strano movimento di persone, si sono defilati per osservare il loro operato. Durante l’appostamento, durato fino alla sera, i militari hanno osservato che i 5 polacchi, di età compresa tra i 28 e i 48 anni, si affrettavano a caricare sull’autotreno parti di autovetture tra cui blocchi telaio, motori, pneumatici, sportelli, paraurti, parti di motore, targhe e altre parti meccaniche.

AUTO DI LUSSO SMONTATE - A smontarli, però, ci pensavano i due italiani di 45 e 50 anni, dipendenti del deposito di autodemolizione. Quando le operazioni di carico sono  terminate e il Tir era pronto a partire alla volta della Polonia, i Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia Roma Eur sono usciti allo scoperto fermando tutti i presenti e bloccando tutte le vie di fuga della struttura. All’interno del mezzo pesante, i militari hanno rinvenuto pezzi, accuratamente imballati, appartenenti ad 8 autovetture di lusso tra cui una Bmw X6, una Infinity FX35, una Porsche Carrera e una Mini Countryman, i cui “scheletri” erano custoditi in alcuni container del deposito.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

IL VIDEO DELLA SCOPERTA DEI CARABINIERI

AUTO RUBATE - Dai primi controlli incrociati, effettuati mediante i numeri dei telai, le 4 lussuose autovetture sono risultate rubate mentre per gli altri pezzi i Carabinieri dovranno effettuare delle verifiche più approfondite per accertare la provenienza delittuosa. Per i 5 polacchi è scattato il fermo per ricettazione e sono stati tradotti presso il carcere di Regina Coeli, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria. L’autotreno, il relativo carico e i telai custoditi nel container sono stati sequestrati. E’ stata, inoltre, sequestrata una ricevuta di pagamento di 6300 euro, emessa dall’autodemolizione, che sarebbe servita ai polacchi per eludere i controlli, ma si presume che il valore della merce possa superare i 30mila euro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, a Roma 342 nuovi casi. L'allarme di D'Amato: "Siamo a livello arancione". I dati Asl del 16 ottobre

  • A Roma la stretta anti Covid, Raggi chiede più controlli: nel week end task in campo tra movida e periferie

  • Coronavirus, a Roma 462 casi: sono 939 in totale nella regione. C'è un nuovo focolaio nel Lazio

  • Coronavirus Roma, tamponi rapidi a 22 euro: l'elenco dei laboratori privati dove farlo

  • Coronavirus, a Roma 494 casi. Nel Lazio 994 nuovi contagi

  • Ater, in vendita oltre 7mila case popolari dal Laurentino a San Basilio: ecco il piano

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento