Dà fuoco all'auto dell'ex moglie: incastrato dalle tracce di benzina sulle mani

L'incendio doloso in località Boccelle a Civitavecchia. In manette un 33enne. All'origine del gesto ci sarebbe una violenta lite tra i due avvenuta il giorno precedente

E' stato incastrato dalle tracce di benzina rilevate sulle sue mani. Ad inchiodare un 33enne civitavecchiese gli agenti di polizia del commissariato di zona, che nella serata del 30 settembre hanno arrestato l'uomo dopo che ha tentato di dare fuoco all'auto dell'ex moglie. All’origine del gesto, secondo una prima ricostruzione degli investigatori, sarebbe una violenta lite tra i due avvenuta il giorno precedente.

INCENDIO A BOCCELLE - Quando ieri sera, poco prima delle 21, gli agenti del Commissariato di Civitavecchia, diretto dal dottor Giovanni Lucchesi, hanno ricevuto la segnalazione per un principio di incendio hanno raggiunto in pochi minuti il quartiere di Boccelle. Sul luogo della segnalazione, i poliziotti hanno trovato la proprietaria dell’autovettura ed un testimone con l’aiuto del quale la donna era fortunatamente riuscita a spegnere il principio d’incendio.

TESTIMONIANZE - Dopo aver acquisito le informazioni dal testimone, gli agenti hanno ricostruito l’episodio, secondo il quale un uomo, poco prima, era stato visto avvicinarsi all’autovettura ed aver armeggiato proprio in corrispondenza della ruota posteriore destra. Quindi la fuga con un testimone riuscito però a notare alcuni particolari del suo abbigliamento e del mezzo sul quale si era allontanato, una motocicletta.

SOSPETTI SULL'EX MARITO - I sospetti dei poliziotti, dopo i primi accertamenti, si sono orientati sull’ex marito che, per diverse analogie e particolari, corrispondeva alle descrizioni fornite dal testimone, e che il giorno precedente aveva avuto una violenta discussione con la donna.

ASSENTE DAL LAVORO - Quando lo hanno raggiunto, sul posto di lavoro, dal quale si era assentato il tempo necessario per mettere in atto il suo “progetto”, i poliziotti hanno trovato un ulteriore prova della sua colpevolezza. Le mani dell’uomo infatti erano ancora sporche di combustibile. Accompagnato negli uffici del Commissariato, il 33enne è stato denunciato per il reato di danneggiamento.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus Roma, tamponi rapidi a 22 euro: l'elenco dei laboratori privati dove farlo

  • Drive in dove fare i tamponi a Roma: gli indirizzi. L'elenco completo

  • Coronavirus, Lazio verso il coprifuoco e didattica a distanza parziale per le superiori. In arrivo un'ordinanza con i provvedimenti

  • Sciopero generale il 23 ottobre: a Roma metro e bus a rischio. Orari e fasce di garanzia

  • Coronavirus, a Roma 342 nuovi casi. L'allarme di D'Amato: "Siamo a livello arancione". I dati Asl del 16 ottobre

  • Coronavirus, a Roma 462 casi: sono 939 in totale nella regione. C'è un nuovo focolaio nel Lazio

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento