rotate-mobile
Martedì, 28 Maggio 2024
Cronaca

Pasquale, l'autista Atac che ha salvato una donna dallo stupro, premiato da Gualtieri

L'uomo ha notato che una passeggera veniva palpeggiata da un uomo, ha bloccato il mezzo e ha chiamato il 112

Pasquale S., l’autista di Atac che venerdì ha aiutato una giovane donna a sfuggire a una violenza sessuale, verrà premiato con la medaglia della città di Roma.

Ad annunciarlo è stato il sindaco Roberto Gualtieri, che ha voluto ringraziare il lavoratore sfruttando i social network: “Grazie a Pasquale S., l’autista di Atac he con prontezza ha impedito che una donna venisse abusata e ha fatto arrestare l’aggressore - ha scritto Gualtieri .- Roma è fiera di chi si prende cura degli altri. Con Eugenio Patané saremo felici di premiarlo con la medaglia della città per questo suo gesto coraggioso”.

I fatti come detto risalgono a venerdì mattina, quando su un bus della linea 788 che stava transitando in zona Torrino un uomo ha iniziato a inveire contro una passeggera, una donna di 27 anni, insultandola e chiedendole prestazioni sessuali.

Spaventata, la 27enne si era alzata nel tentativo di avvicinarsi alle porte e scendere alla fermata di viale degli Astri, ma l’uomo l’aveva afferrata per un braccio per trattenerla e aveva iniziato a palpeggiarla.  A scongiurare il peggio è stato proprio l’autista, che ha notato la scena, fermato la corsa e chiamato la polizia, bloccando l’aggressione e chiudendo le porte per trattenere l'uomo.

L’uomo, identificato in un 43enne di origini nigeriane, è stato arrestato con l’accusa di violenza sessuale, la giovane donna ascoltata e tranquillizzata. L’autista ha quindi ripreso il suo lavoro, ma la scelta di non voltarsi dall’altra parte e di intervenire ha colpito anche il sindaco, che ha voluto riconoscerla pubblicamente.

Sette donne su 10 vittime di molestie su un mezzo pubblico

Episodi di questo genere sui mezzi pubblici sono d’altronde tutt’altro che rari. Una recente ricerca condotta dall’associazione Road to 50% ha dimostrato infatti che quasi il 70% delle donne che usano i mezzi pubblici ha subito molestie a bordo, percentuale che sale a oltre l’80% se si includono le donne che vi hanno assistito.

Dalle oltre 1.800 risposte ricevute tra aprile e luglio 2021, è emersa anche una sorta di mappa delle fermate del bus ritenute meno sicure. Quelle indicate come pericolose o a rischio sono oltre 150, con Termini in testa alla classifica, citata 86 volte nei questionari. Seguono Anagnina (53 volte), Tiburtina (25) Quintiliani (22), Arco di Travertino (18), Vittorio Emanuele (15), Cornelia (14) e Trastevere (13 volte). 

Della questione si è parlato nel corso di una commissione capitolina Pari Opportunità: “È innegabile che esista un problema di molestie e violenze nei confronti delle donne sull'autobus o in metropolitana - hanno detto Michela Cicculli e Giovanni Zannola, rispettivamente presidente della commissione Pari Opportunità e Mobilità - come evidenziano i dati elaborati nei 1800 questionari somministrati da Road to 50%. Gli assessorati e le commissioni interessati sono pronti a lavorare con Atac per contrastare questa forma di sessismo così diffusa, promuovendo un sostanziale cambio culturale. Non servono vagoni riservati, ma un clima di attenzione e collaborazione anche sui mezzi pubblici con campagne e iniziative di sensibilizzazione che spingano non solo a reagire agli abusi rivolgendosi ai centri antiviolenza. Vogliamo rompere il muro dell'indifferenza ancora così presente di fronte a certi comportamenti gravi e inaccettabili. Presto un tavolo di lavoro con tutti i soggetti coinvolti".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pasquale, l'autista Atac che ha salvato una donna dallo stupro, premiato da Gualtieri

RomaToday è in caricamento