Autista ferma bus dopo proteste dei passeggeri: la replica di Atac

L'azienda del trasporto pubblico ha aperto un'indagine interna sui fatti accaduti questa mattina sul 628. "Il dipendente ha cercato di riportare la calma a bordo"

Avrebbe fermato il bus di proposito dopo l'"insurrezione" dei passeggeri. E ora Atac ha aperto un'indagine interna. Sono le 9 di questa mattina, quando la linea 628 è rimasta ferma diversi minuti. 

Secondo quanto riportato da Riccardo Cotumaccio, un cittadino, sul suo blog, l'autista avrebbe scelto di sospendere il servizio a seguito della protesta dei passeggeri, in rivolta per il ritardo del bus.  
 
Atac fornisce una prima ricostruzione, che tuttavia - si legge in nota - "dovrà essere confermata dagli approfondimenti". "Sembra che all'origine del fatto - prosegue - ci sia un'accesa protesta di alcuni passeggeri che hanno contestato duramente l'autista addebitandogli la responsabilità di una lunga attesa alla fermata.
 
L'autista ha cercato di riportare la calma a bordo, ma poi, pressato dalle circostanze, ha fermato per qualche minuto il mezzo per evitare che la tensione potesse degenerare". 

"Dopo una breve conversazione con la centrale operativa, l'autista ha ripreso il servizio". L'azienda, al termine dell'indagine, valuterà la coerenza del suddetto comportamento con i regolamenti aziendali e le norme di condotta.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, ordinanza di Raggi: stop a tutti i concorsi pubblici a Roma

  • Sparito da sei mesi viene trovato mummificato nel vano areazione dell'ospedale

  • Tragedia nella Metro A, morto un uomo investito da un treno alla stazione Manzoni

  • Sciopero, oggi a Roma metro e bus a rischio per 24 ore: tutte le informazioni

  • Via Pontina, precipita con la Smart dalla rampa e muore sul colpo. Gli amici lo ricordano sui social

  • Coronavirus Roma: scuole, eventi e comunicazioni alle Asl. Tutto quello che c'è da sapere

Torna su
RomaToday è in caricamento