Roma-Lido, Atac taglia sulla vigilanza: quattro stazioni senza più controlli

La denuncia è del consigliere comunale Alessandro Onorato: "Passeggeri e addetti di stazione abbandonati a loro stessi". Atac: "Nessun rischio per la sicurezza"

Vigilanza diurna sospesa per quattro stazioni della tratta ferroviaria Roma-Lido. Da oggi, le fermate di Vitinia, Ostia Antica, Lido Nord e Casal Bernocchi rimarranno senza controlli. La denuncia viene dal consigliere comunale lista Marchini, Alessandro Onorato, che contesta come “passeggeri e addetti di stazione sono in pratica abbandonati a loro stessi”. L'unico servizio di guardiania rimasto è quella notturno che inizia a partire dalle 22 e 30 della sera.

Secondo il consigliere, l'Atac, di fronte alla carenza di fondi da investire in quel frangente, ha rinegoziato l'appalto con la società di vigilanza riducendo il personale impiegato e sacrificando le quattro stazioni in questione. Una situazione temporanea anche se non è noto fino a quando la situazione rimarrà tale.

Duro il commento di Onorato verso l'amministrazione comunale: “È questa l’idea di sicurezza che ha il Sindaco Marino? Non vorrei che a neanche tre mesi dalle elezioni si fosse già dimenticato di Ostia e del suo entroterra. Ormai a Roma ci sono cittadini di serie a e cittadini di serie b”.

Atac spiega che si tratta di un processo di razionalizzazione: "La riorganizzazione generale dei servizi affidati alle guardie giurate nelle stazioni del metroferro, iniziata oggi, consentirà, nell'arco di poche settimane, di ottimizzare la presenza di personale di security in tutte le stazioni, quindi anche in quelle nelle quali, momentaneamente, il personale è stato dislocato su altri servizi, sempre inerenti all'attività di security" si legge in un comunicato. "In particolare, nelle stazioni della Roma-Lido interessate dalla razionalizzazione si prevedono, in luogo di una presenza statica nella fascia diurna, frequenti passaggi di due pattuglie itineranti nell'arco della giornata. La linea risulterà quindi interamente presidiata con un dispositivo misto statico/dinamico e in funzione anche del livello di rischio delle stazioni stesse". Nessun rischio sulla sicurezza, quindi per Atac, che "è garantita non soltanto dalla presenza di personale di sorveglianza ma anche da un dispositivo che include un'ampia dotazione tecnologica". L'intera operazione genererà, secondo le previsioni Atac, risparmi per quattro milioni di euro all'anno.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Roma usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus Roma, tamponi rapidi a 22 euro: l'elenco dei laboratori privati dove farlo

  • Paura a Gregorio VII, a fuoco un autobus: esplosioni e colonna di fumo nero sulla zona

  • Drive in dove fare i tamponi a Roma: gli indirizzi. L'elenco completo

  • Sciopero generale il 23 ottobre: a Roma metro e bus a rischio. Orari e fasce di garanzia

  • Coronavirus, Lazio verso il coprifuoco e didattica a distanza parziale per le superiori. In arrivo un'ordinanza con i provvedimenti

  • Coprifuoco a Roma e nel Lazio, ecco l'ordinanza: autocertificazione per spostamenti da mezzanotte alle 5

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento