Mercoledì, 23 Giugno 2021
Cronaca

Alemanno premia gli autisti virtuosi: "L'atac rimanga un bene pubblico"

In occasione della celebrazione della festa di San Filippo Neri, dieci dipendenti del traporto pubblico romano hanno ricevuto premi ed encomi dal sindaco di Roma per i loro comportamenti 'virtuosi'

Non solo comportamenti sciatti e irresponsabili, ma anche altruismo e senso civico. I dipendenti dell’Atac si prendono la loro rivincita dopo l’annus horribilis del trasporto pubblico che li ha visti coinvolti in atteggiamenti non proprio impeccabili, tra chi è stato beccato mentre parlava al telefonino, e chi si è fermato per prelevare al bancomat.
In occasione della celebrazione della festa di San Filippo Neri, patrono degli autoferrotranvieri (che però ricorre sabato prossimo), sono stati infatti consegnati i riconoscimenti, alla presenza del sindaco di Roma Gianni Alemanno e dell'assessore capitolino ai trasporti Antonello Aurigemma, a dieci autisti del servizio pubblico che si sono contraddistinti per comportamenti virtuosi. Dieci storie che raccontano una realtà molto diversa da quella che ultimamente riempie le pagine dei giornali.

C’è la storia di Luigi che, arrivato al capolinea di piazza Fermi, ha visto un bimbo di 4 anni che vagava da solo e lo ha accudito fino all'arrivo dei genitori; Claudio, mentre guidava il suo autobus, si è accorto che una donna si stava gettando nel Tevere e si è fermato per impedirle di compiere il drammatico gesto, così come Nunzio, operatore di stazione, che ha evitato il suicidio di una persona che cercava di togliersi la vita sostando sui binari.
Per i dieci dipendenti virtuosi è in arrivo una ricompensa non solo morale: per loro il premio sarà un soggiorno a Roccaraso, nell'albergo del dopolavoro ferroviario o, in alternativa, 15 ingressi per due persone nello stabilimento di Ostia del Dopolavoro Atac.

Gianni Alemanno ha commentato ricordando che "un lavoro pubblico è anche un dovere nei confronti dei cittadini: dovete essere esempi di questo rapporto e soprattutto dovete dire a chi non si comporta bene che non può sporcare questa immagine". Il sindaco ci ha poi tenuto a sottolineare la volontà dell'amministrazione per far sì che l’Atac rimanga un patrimonio di Roma Capitale, “Noi siamo impegnati a garantire il valore pubblico dell'azienda, voi garantite il valore comunitario”, ha chiosato rivolto ai dipendenti premiati.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Alemanno premia gli autisti virtuosi: "L'atac rimanga un bene pubblico"

RomaToday è in caricamento