Picchiano il suo dipendente, titolare di sala slot spara contro gli aggressori: tentato omicidio su via Casilina

L'imprenditore di 58 anni è noto nella Capitale per gestire sale slot. L'arma che ha utilizzato era rubata

La rissa, poi gli spari con una pistola risultata rubata e il fermo di polizia giudiziaria per "tentato omicidio". E' questa la sintesi della domenica mattina di Valter M., titolare della sala slot di via Casilina 1791. L'imprenditore di 58 anni, secondo le testimonianze dei presenti e le immediate indagini della Polizia, si è reso protagonista del far west a La Borghesiana andato in scena il 22 luglio intorno alle 11 del mattino circa. 

Non una lite per viabilità, come si era pensato in un primo momento, ma un'azione violenta che ha i connotati di una vendetta fai da te. Valter ha sparato con una pistola Beretta modello 82FS calibro 9 risultata, successivamente, provento di furto, secondo i riscontri della Polizia. Tre i bossoli e due le cartucce inesplose trovate sull'asfalto dagli agenti del Reparto Volanti. Proiettili che hanno colpito la fiancata di un'auto. Nessun ferito da arma da fuoco, ma un messaggio intimidatorio dal chiaro intento secondo chi indaga.

Allertati da alcuni residenti, i poliziotti giunti sul posto hanno fermato un uomo con il volto insanguinato che ha raccontato di essere stato investito e picchiato dal titolare della sala slot di via Casilina che poi ha anche esploso alcuni colpi di pistola nei confronti dell'auto dov'era a bordo. 

Una testimonianza confermata anche dal racconto di alcuni passanti che hanno assistito alla scena. Dai primi accertamenti dei poliziotti è poi emerso che la lite era scaturita quando il dipendente della sala slot aveva negato, poco prima, l'accesso a due uomini. Un diniego costato caro al dipendente colpito con un pugno per poi allontanarsi. Da qui l'escalation di violenza.

All'esterno del locale, infatti, i due che avevano aggredito il dipendente dell'esercizio hanno incontrato Valter M. con il quale è scaturita una rissa proseguita fino a quando quest'ultimo ha esploso i colpi d'arma da fuoco. L'arresto è una normale conseguenza. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Le accuse, oltre il "tentato omicidio", anche quelle di "porto illegale della pistola", "rissa" e "ricettazione", in riferimento proprio alla Beretta rubata e usata. Valter M. è un imprenditore noto nel panorama romano perché gestisce numerose sale slot in diverse zone della Capitale, una persona nota nel quartiere. Secondo chi lo conosceva, insieme alla famiglia, aveva in programma un viaggio all'estero per l'estate. La Polizia ha stoppato tutto. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus Roma, tamponi rapidi a 22 euro: l'elenco dei laboratori privati dove farlo

  • Paura a Gregorio VII, a fuoco un autobus: esplosioni e colonna di fumo nero sulla zona

  • Drive in dove fare i tamponi a Roma: gli indirizzi. L'elenco completo

  • Sciopero generale il 23 ottobre: a Roma metro e bus a rischio. Orari e fasce di garanzia

  • Coronavirus, Lazio verso il coprifuoco e didattica a distanza parziale per le superiori. In arrivo un'ordinanza con i provvedimenti

  • Coprifuoco a Roma e nel Lazio, ecco l'ordinanza: autocertificazione per spostamenti da mezzanotte alle 5

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento