Mercoledì, 17 Luglio 2024
Cronaca

Liverpool-Roma, la moglie di Sean Cox: "Non tornerà più come prima". Arrestato un terzo tifoso

Arrestato terzo ultrà, è stato colpito da un mandato di cattura europeo

"Mio marito non tornerà più come prima". Martina, moglie di Sean Cox, il supporter irlandese del Liverpool che, lo scorso 25 aprile davanti ad Anfield è stato aggredito da alcuni tifosi giallorossi, prima della semifinale di andata di Champions League, parla al quotidiano irlandese Indipendent.

Il marito ha la parte destra del corpo paralizzata. "Sean vede doppio, a volte triplo, non riesce a parlare ma capisce tutto. Una tragedia che ci ha sconvolto la vita", spiega la donna. Dopo essere rimasto ricoverato per cinque settimane al Walton Centre di Liverpool, Cox è stato poi trasferito in Irlanda. I figli Jack, Shauna ed Emma dormono a turno accanto a lui mentre gli amici hanno cominciato una raccolta fondi per pagare le sue cure.

Oggi è previsto il processo a Filippo Lombardi, uno degli altri due ultrà romanisti arrestati. "Voglio vederlo in faccia", ha detto Martina Cox che ha fatto sapere che sarà presente in aula.

Il video degli scontri a Liverpool

Il secondo "tifoso" romanista Daniele Sciusco, che ha ammesso la sua colpa, lo scorso 24 agosto è stato condannato a due e mezzo di reclusione. Nel frattempo la polizia del Merseyside ha diffuso un comunicato dove sottolinea come la polizia romana abbia arrestato un uomo di 30 anni.

Il terzo ultrà della Roma è stato arrestato con un mandato d'arresto europeo per sospetto di aggressione. L'uomo è già apparso in tribunale lo scorso 6 ottobre per la prima udienza per l'estradizione. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Liverpool-Roma, la moglie di Sean Cox: "Non tornerà più come prima". Arrestato un terzo tifoso
RomaToday è in caricamento