Propaganda jihadista sul web: arrestato a Torpignattara 41enne accusato di terrorismo

Il 41enne venne arrestato dai Ros dei carabinieri nell'ambito dell'indagine Jweb 7

L'Operazione Jweb 7 del Ros dei Carabinieri

Associazione con finalità di terrorismo anche internazionale o di eversione dell'ordine democratico. Con queste accuse i Carabinieri della Stazione di Roma Tor Pignattara hanno arrestato un cittadino marocchino di 41 anni, dando esecuzione all’ordine di carcerazione n. 2069/19 SIEP emesso dalla Procura Generale della Repubblica presso la Corte di Appello di Roma, a seguito di sentenza passata in giudicato dopo che la Cassazione si è espressa negativamente in ordine al suo ricorso. 

Il cittadino marocchino deve scontare 4 anni e 8 mesi di reclusione poiché riconosciuto colpevole dei reati di cui agli artt. 270 bis (associazione con finalità di terrorismo anche internazionale o di eversione dell'ordine democratico) e dall’abitazione di Torpignattara dove viveva è stato tradotto dai Carabinieri presso la Casa Circondariale di Roma Rebibbia.

Il cittadino marocchino era stato arrestato dai Carabinieri del ROS, a Roma il 1 luglio 2015, nell'ambito dell'indagine denominata "Jweb 7".

Conclusa nel 2015, dopo 3 anni di indagine l'operazione Jweb 7 fu incentrata su cittadini curdo iracheni attivi sulla piattaforma internet nello svolgimento di diffusione di materiale dal contenuto jihadista di Al Qaida. L’indagine, portava all’arresto di 17 indagati, di cui 7 localizzati in Italia e gli altri 10 in Inghilterra, Norvegia, Finlandia e Svizzera, ha disvelato l’esistenza di un’organizzazione terroristica transnazionale denominata Rawti Shax, facente capo al Mullah Krekar con vertice in Norvegia e cellule operative in Europa e Medio Oriente e avente l’obiettivo di creare un Califfato islamico in Kurdistan

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Contestualmente venne individuata una cellula terroristica islamista attiva sulla rete nella pubblicazione di materiale di propaganda jihadista, oltre che sull’utilizzo di armi e sostanze chimiche per compiere azioni violente in Europa e nei Paesi musulmani apostati.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus Roma, tamponi rapidi a 22 euro: l'elenco dei laboratori privati dove farlo

  • Roma, la mappa del contagio di ottobre: 47 quartieri con più di cento casi

  • Drive in dove fare i tamponi a Roma: gli indirizzi. L'elenco completo

  • La marcia 'nera' su Roma, l'ultra destra sfida il coprifuoco. La Questura: "Nessun preavviso per il corteo"

  • Paura a Gregorio VII, a fuoco un autobus: esplosioni e colonna di fumo nero sulla zona

  • Coprifuoco a Roma e nel Lazio, ecco l'ordinanza: autocertificazione per spostamenti da mezzanotte alle 5

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento