Cronaca

Si finge medico per corteggiarla, poi la segue e la filma con il cellulare: preso uno stalker

La ragazza si è accorta che l'uomo la stava seguendo e, mentre con l'auto si avvicinava tanto da arrivare quasi ad urtarla, continuava a filmarla

Suonava insistentemente il clacson dell'auto e sbracciava chiedendo aiuto, la donna messa in salvo nella tarda mattinata di ieri dagli agenti del XIV Gruppo Montemario della Polizia Locale che, con la collaborazione del XIV Distretto Primavalle della Polizia di Stato, hanno consegnato alla giustizia uno stalker, che la inseguiva con fare aggressivo, minaccioso ed ingiurioso per le vie della zona di Selva Candida. 

Lei 30 anni ancora da compiere, lui 60, si erano conosciuti sui social e dopo un primo approccio amichevole e rassicurante, dove l'uomo si era presentato come sedicente medico, iniziando ad assicurarsi la fiducia della trentenne, sono iniziati una serie di "vessazioni e forme di violenza psicologica, che sono tuttora oggetto di indagine", spiegano gli inquirenti.

Ieri è stata messa la parola fine all'incubo della donna. Uscita da casa e salita in macchina, la ragazza si è accorta che l'uomo la stava seguendo e, mentre con l'auto si avvicinava tanto da arrivare quasi ad urtarla, la filmava con il cellulare. Impaurita, ha deciso di provare, senza riuscirci, a seminare lo stalker ed ha continuato a scappare finché non ha trovato "rifugio" nella pattuglia della Polizia Locale di Roma Capitale.

Al termine degli accertamenti di rito, il 60enne è stato arrestato e, sentito il Pm del pool antiviolenza della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Roma, condotto in carcere.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Si finge medico per corteggiarla, poi la segue e la filma con il cellulare: preso uno stalker

RomaToday è in caricamento