Cronaca

3,5 chili di eroina nascosti in una macchina: maxisequestro della Mobile

A bordo dell'autovettura due cittadini stranieri. Fermati per un controllo, il loro atteggiamento nervoso ha indotto gli agenti a un'ispezione più approfondita

È stato l’atteggiamento nervoso a indurre gli agenti a un controllo più approfondito della macchina. E’ così che venerdì pomeriggio la Squadra Mobile di Roma, diretta dal dr. Renato Cortese, a seguito di mirati servizi sul territorio volti al contrasto dello  spaccio di sostanze stupefacenti, ha arrestato, due cittadini stranieri, C.E. nato in Albania e S.V. nata in Romania, entrambi residenti nell’hinterland romano.

Individuata la loro auto, gli agenti hanno proseguito per un controllo. Le due persone a bordo però hanno mostrato da subito un atteggiamento di nervosismo ingiustificato che ha indotto  il personale operante ad approfondire gli accertamenti sul veicolo e sugli occupanti.

Nel bagagliaio dell’autovettura, nel vano della ruota di scorta, è stata rinvenuta una borsa, abilmente occultata, contenente vari panetti di eroina avvolti in cellophane, per un peso complessivo di  3,5 Kg. Nel corso dell’operazione è stata altresì sequestrata  l’autovettura utilizzata per il trasporto della droga nonché numerosi telefoni cellulari ed una somma di denaro, provento dell’attività illecita. Lo stupefacente sequestrato avrebbe prodotto dalle “7.000 alle 10.000 dosi” da immettere sul mercato romano assicurando agli arrestati un elevato profitto. Da tempo non veniva rinvenuto un quantitativo così consistente di questo tipo di droga.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

3,5 chili di eroina nascosti in una macchina: maxisequestro della Mobile

RomaToday è in caricamento