Cronaca

Cinque rapine in banca in meno di un mese armato di una penna 'bic': arrestato

Si tratta di A.F.M., 29enne di Velletri, con numerosi precedenti penali. La penna veniva puntata al collo del cassiere prima di farsi consegnare l'incasso

Almeno cinque colpi in altrettante banche della capitale messi a segno tra il 23 dicembre e il 14 gennaio. Senza complici e con un’arma non convenzionale ma non meno efficace: una penna bic da puntare al collo del cassiere.  A.F.M., 29enne di Velletri, con numerosi precedenti penali, è stato arrestato ieri dagli agenti del Commissariato Viminale, diretti dal dr. Antonio Pignataro, che hanno eseguito un ordinanza di custodia cautelare emessa dall’Autorità Giudiziaria.

L’uomo agiva da solo ed era balzato agli onori della cronaca per la particolare arma che era solito usare per minacciare il personale delle banche. Una penna “bic” che lo stesso  puntava al collo del cassiere prima di farsi consegnare l’incasso. La visione dei filmati estrapolati dagli impianti a circuito chiuso delle diverse banche e lo studio delle impronte digitali hanno permesso di portare a termine del indagini degli agenti della polizia giudiziaria del Commissariato e di risalire al responsabile delle rapine. A.F.M. è stato prelevato ieri dalla sua abitazione e condotto in ufficio. 

Il 29enne era tornato in libertà da appena 24 ore dopo aver scontato una  pena agli arresti domiciliari. Arrestato, è stato portato in carcere.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cinque rapine in banca in meno di un mese armato di una penna 'bic': arrestato

RomaToday è in caricamento