Sabato, 24 Luglio 2021
Cronaca Pigneto / Via del Pigneto

Pigneto, evade dai domiciliari e viene bloccato: trasportava 147 pasticche della 'droga di Hitler'

L'uomo è stato nuovamente arrestato con le accuse di evasione e detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, ma questa volta si sono spalancate le porte del carcere di Regina Coeli

Immagine di repertorio

In barba alla misura degli arresti domiciliari cui era sottoposto da settembre scorso, un cittadino del Bangladesh di 39 anni è stato sorpreso dai carabinieri del Nucleo Operativo di piazza Dante mentre passeggiava tranquillo in via del Pigneto.

Durante il controllo, poi, l’evaso è stato trovato in possesso di 35 pasticche di metanfetamina comunemente nota come yaba o “droga di Hitler” (o della pazzia) e 350 euro in contanti.

Le attività di verifica sono state estese anche in casa del 39enne, dove sarebbe dovuto rimanere ai domiciliari: qui, i carabinieri hanno sequestrato altre 112 pasticche di yaba e 950 euro in contanti, frutto dell’attività di spaccio.

L’uomo è stato nuovamente arrestato con le accuse di evasione e detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, ma questa volta, per lui, si sono spalancate le porte del carcere di Regina Coeli.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pigneto, evade dai domiciliari e viene bloccato: trasportava 147 pasticche della 'droga di Hitler'

RomaToday è in caricamento