menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Spaccio sul litorale, pusher di 'coca' nei guai: doppio blitz e centinaia di dosi sequestrate

In una occasione, di una operazione a Pomezia un pusher ha tentato anche la fuga in auto

Duro colpo per i pusher di cocaina del litorale della provincia di Roma. I carabinieri, in due distinte operazioni, hanno infatti arrestato tre spacciatori tra Fiumicino e Pomezia. Nel primo blitz a finire nei guai è stata una coppia. 

Tutto è iniziato quando i militari di Ostia hanno proceduto al controllo di un'auto sospetta alla cui guida c'era una 63enne romana. Nel corso del controllo, i carabinieri hanno rinvenuto circa 6 grammi di cocaina e 250 euro in contanti verosimilmente proventi dell'attività di spaccio e così hanno deciso di approfondire gli accertamenti presso una camera d'albergo di Fiumicino dove la donna aveva riferito di domiciliare.

Ad aprire la porta della stanza, il compagno. I militari, a seguito di una approfondita perquisizione, hanno così rinvenuto ulteriori 20 grammi circa di cocaina ancora da confezionare, svariato materiale per la preparazione e il confezionamento dello stupefacente, una pistola a salve priva di tappo rosso e la somma di 450 euro in contanti.

La cocaina sequestrata, ancora da predisporre in singole dosi, avrebbe consentito ai due spacciatori di vendere altre 100 dosi, con un ricavo di somme ben superiori ai 3mila euro.

Gli arrestati, su disposizione dell’Autorità Giudiziaria, sono stati sottoposti agli arresti domiciliari in attesa dell’udienza di convalida. 

L'altro pusher di 'coca' a finire in manette, invece, è stato un 41enne originario di Roma bloccato a Pomezia. In questo caso, i carabinieri hanno arrestato un 41enne originario di Roma con l'accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

Nel corso della serata di ieri, durante uno dei quotidiani servizi perlustrativi finalizzati alla prevenzione dei reati, i carabinieri dell'Aliquota Radiomobile di Pomezia hanno notato nel centro abitato un veicolo con a bordo due individui, di cui uno noto alle forze dell’ordine. Alla vista dei militari, con una repentina manovra l'auto ha invertito il senso di marcia con l’intento di allontanarsi.

Ciò non è sfuggito ai miltari che hanno deciso immediatamente di procedere al controllo del mezzo, il cui conducente, nel corso di perquisizione personale, è stato trovato in possesso di 26 dosi di cocaina e 240 euro in banconote di vario taglio, verosimile provento dello spaccio. E ancora, nella successiva perquisizione domiciliare i militari rivenivano altre 15 dosi ed un ulteriore involucro di cocaina, il tutto per un peso complessivo di quasi 10 grammi, unitamente ad un bilancino di precisione e materiale per il confezionamento.

Per il pusher sono immediatamente scattate le manette ai polsi e l’accompagnamento presso il proprio domicilio, dove rimarrà agli arresti domiciliari in attesa del rito direttissimo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Zona arancione più vicina per Roma e il Lazio. D'Amato: "Curva in ascesa"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento