Occupa locali delle Ferrovie dello Stato e organizza una centrale dello spaccio

Il giovane si era anche abusivamente allacciato al quadro elettrico che alimenta il vicino sottopasso ferroviario

Insieme con la sua famiglia aveva occupato dei locali delle Ferrovie dello Stato a Santa Marinella e lì, ormai, aveva organizzato una centrale dello spaccio. A finire in manette un 29enne campano arrestato, dopo un'attività congiunta e coordinata dalla Procura della Repubblica di Civitavecchia, dagli agenti della Polizia di Stato del commissariato di Civitavecchia diretto da Nicola Regna e dai Carabinieri della Stazione Civitavecchia.

Il blitz è scattato all'alba di venerdì scorso quando gli operanti hanno fatto irruzione nel casello ferroviario in disuso ed abusivamente occupato. La perquisizione effettuata, anche con l'ausilio di unità cinofila della Questura, ha permesso di rinvenire, occultata all'interno di un congelatore a pozzetto, una cospicua quantità di cocaina, pari ad un peso complessivo di circa 50 grammi, in parte già confezionata in bustine pronte allo smercio, nonché sostanza da taglio e bilancine di precisione per la preparazione di numerose ulteriori dosi da destinare allo spaccio.

Sequestrata anche un ingente somma di denaro contante pari a 3.300 euro, nonché munizionamento a pallini per fucile calibro 12, detenuto senza titolo.

Civitavecchia droga 1-2

Nell'ambito della medesima perquisizione sono stati anche rinvenuti, all'interno del terreno di pertinenza del citato casello ferroviario, un'auto e due moto di grossa cilindrata, che risultavano rubati da ignoti dopo essere stati posti sotto sequestro nell'ambito di altro procedimento penale a carico del 29enne campano.

Al termine delle operazioni, il ragazzo è stato arrestato in flagranza del reato di "detenzione di sostanza stupefacente ai fini spaccio" e contestualmente denunciato in stato di libertà per" detenzione abusiva di munizionamento per arma comune da sparo", per la ricettazione dei veicoli, nonché per "furto aggravato" di energia elettrica ai danni delle Ferrovie dello Stato per essersi abusivamente allacciato al quadro elettrico, che alimenta il vicino sottopasso ferroviario, per potersi garantire l'erogazione di energia elettrica all'interno del casello ferroviario dallo stesso occupato.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tor Bella Monaca, stroncata la piazza di spaccio del Principe: fruttava 200mila euro al mese

  • Spari a corso Francia: ladri di Rolex si schiantano contro auto della polizia dopo inseguimento

  • Vede i ladri in casa dalle immagini video, arrestati dalla polizia fra gli applausi dei residenti

  • Terremoto a Roma: scossa ai Castelli Romani avvertita nella Capitale

  • Tragedia sulla Tuscolana: accusa malore nel negozio e muore

  • Sushi "all you can eat" a Roma: 10 ristoranti giapponesi da provare

Torna su
RomaToday è in caricamento