Cronaca

Formaggio e cocaina in un'azienda agricola: blitz e tre arresti

Tutti e tre sono quindi finiti in manette per detenzione, ai fini di spaccio, di sostanze stupefacenti

Nascondevano cocaina in una azienda agricola a Colleferro. In manette tre persone. Tutto è iniziato quando gli agenti della Polizia di Stato hanno intimato l'alt ad un posto di controllo, ad un italiano di 63 anni che ha accelerato la marcia ed è scappato.

Chiesto aiuto all'altra pattuglia in servizio, dopo un breve inseguimento l'uomo è stato fermato. Apparso subito nervoso ed insofferente all’accertamento, ha cercato di disfarsi di 2 involucri in cellophane bianco, contenenti cocaina e nascosti nel foulard che indossava, facendoli cadere a terra.

Tutto ciò non è però sfuggito ai poliziotti del commissariato Colleferro, diretto da Angelo Vitale, che lo hanno arrestato. Dopo una breve indagine, gli agenti hanno scoperto che il pusher era andato a rifornirsi in un'azienda agricola lì vicino e così sono andati a verificare.

All'arrivo delle 2 volanti, accompagnate dall’unità cinofila antidroga, il titolare 54enne della ditta, ha cercato di avvisare qualcuno della loro presenza ma questo non è servito: entrati nel laboratorio dove si preparano i formaggi, i poliziotti hanno trovato un italiano di 47 anni, intento a confezionare dosi di cocaina utilizzando un bilancino di precisione e del cellophane trasparente. Tutti e tre sono quindi finiti in manette per detenzione, ai fini di spaccio, di sostanze stupefacenti.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Formaggio e cocaina in un'azienda agricola: blitz e tre arresti

RomaToday è in caricamento