Cronaca

Castel di Guido: prostitute davanti alla chiesa, arrestato sfruttatore

Ha 26 anni il giovane arresto che aveva ridotto in schiavitù e costretto alla prostituzione una minorenne e altre giovani italiane e straniere

Un giovane italiano di 26 anni è stato arrestato per riduzione in schiavitù, favoreggiamento e sfruttamento aggravato della prostituzione.
L'arresto è avvenuto a Castel di Guido da parte degli agenti del GSSU diretti dal comandante Maurizio Maggi che hanno eseguito l’ordinanza di custodia cautelare in carcere di D. F..

Le indagini coordinate dal Sostituto Procuratore Francesco Polino hanno avuto origine da un esposto degli abitanti di Castel di Guido stanchi della presenza sul loro territorio di numerose prostitute e di soggetti socialmente pericolosi. Negli otto mesi di indagine sono state operate intercettazioni telefoniche, pedinamenti e appostamenti che hanno permesso, oltre all’identificazione di D.F., anche l’arresto di altre sette persone in flagranza di reato per riduzione in schiavitù, favoreggiamento e sfruttamento aggravato della prostituzione. La persona arrestata non solo aveva ridotto in schiavitù una minorenne italiana, costringendola al marciapiede, ma sfruttava anche diverse altre prostitute, sia italiane che romene. L’attività di meretricio avveniva persino di giorno e davanti alla piccola chiesa locale.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Castel di Guido: prostitute davanti alla chiesa, arrestato sfruttatore

RomaToday è in caricamento