Aurelio, incendiò 30 auto: arrestato dog sitter piromane

Il malvivente di 49 anni è stato sorpreso mentre stava dando fuoco a una macchina in via Giorgeri. Tempestivo l'intervento dei poliziotti lo hanno arrestato. Condannato ad un anno e otto mesi

Il piromane è stato sorpreso in via Giorgeri

E' stato arrestato il piromane dell'Aurelio‬. L'uomo è accusato di aver dato alle fiamme una trentina di auto in pochi mesi. A seguito di una indagine, gli agenti della Polizia di Stato, dopo giorni di appostamenti nella zona, soprattutto nelle ore notturne, sono riusciti ad incastrare l'uomo incensurato di 49 anni che di mestiere faceva il dog sitter.

IL PRECEDENTE - Giorni fa, dopo l'ennesimo incendio. Quella volta le fiamme distrussero una autovettura parcheggiata in via Stampini. Alcuni testimoni avevano riferito ai poliziotti intervenuti, di aver notato un uomo a bordo di un utilitaria di colore rosso che, pochi istanti prima della combustione, aveva parcheggiato la sua auto proprio a fianco al veicolo andato a fuoco.

LE INDAGINI - Il sospetto, rintracciato poco dopo non distante dal luogo da dove si erano verificati i fatti, era stato controllato ma l'accertamento non diede esiti e fù quindi rilasciato. Tuttavia, da quel momento, i sospetti degli agenti si sono concentrati soprattutto sul 49enne e nella serata di ieri, dopo essere stato intercettato dal personale del Commissariato di Aurelio, è stato pedinato.

COLTO SUL FATTO - L'uomo, sempre a bordo dell'utilitaria di colore rosso, giunto in via Giorgeri, è sceso dall'auto e dopo essersi guardato intorno, si è accovacciato per non farsi vedere e si è nascosto dietro un autovettura parcheggiata. A questo punto ha estratto un accendino dalle tasche ed ha dato fuoco al fascione in resina di un auto.

CONDANNATO AD UN ANNO E 8 MESI - Tutto questo sotto gli occhi degli agenti appostati che, notata la scena, sono intervenuti immediatamente, bloccando l'uomo e spengendo le fiamme. Così il piromane è stato perquisito e trovato in possesso di due accendini con il regolatore del gas posto al massimo. 

Accompagnato in ufficio, al termine degli accertamenti è stato arrestato con l'accusa di "incendio doloso" e processato per direttissima. Condannato ad un anno e otto mesi, all'uomo sono stati concessi i benefici degli arresti domiciliari.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Lazio zona arancione? Oggi la decisione

  • Coronavirus, nel Lazio chiusi negozi e supermercati alle 21: la nuova ordinanza della Regione

  • Centro commerciale Maximo di Roma: ecco quali sono i negozi presenti all'interno

  • Coronavirus Roma, Matteo si fa ricoverare insieme allo zio down positivo al Covid: "Non potevo lasciarlo solo"

  • Coronavirus, a Roma 1305 nuovi casi. Nel Lazio 80 morti nelle ultime 24 ore. I dati del 18 novembre

  • Sciopero trasporti mercoledì 25 novembre: a rischio metro, bus, treni e pullman Cotral

Torna su
RomaToday è in caricamento