rotate-mobile
Cronaca Della Vittoria / Lungotevere delle Armi

Nipote di Bud Spencer pestato sul lungotevere: arrestato 20enne

Alessandro Pedersoli venne picchiato brutalmente sul lungotevere delle Armi. Salgono a due gli arresti

C'è un secondo arresto per il pestaggio di Alessandro Pedersoli, nipote del compianto attore Bud Spencer (Carlo Pedersoli). In manette è finito un 20enne. Arresto che segue quello di un 21enne, con i due ritenuti colpevoli di aver picchiato l'uomo lo scorso novembre a Prati. 

Tre denti rotti e un intervento chirurgico per sanare la frattura del pavimento oculare. Questo l’esito del pestaggio avvenuto ai danni di un Pedersoli lo scorso novembre su lungo Tevere delle Armi,  per il quale la Polizia coordinata dalla procura di Roma, al termine di una complessa indagine, era risalita all’autore, un 21 enne residente a  Pomezia. Per lui, il Giudice per le indagini preliminari aveva disposto la misura della custodia cautelare in carcere.

Nei giorni scorsi i poliziotti del commissariato Prati hanno arrestato un secondo uomo, un 20enne romano, in esecuzione di un’ordinanza di applicazione della misura cautelare personale degli arresti domiciliari con il presidio del braccialetto elettronico, coinvolto nella vicenda. 

Lo stesso si trovava quella notte all’interno dell’auto guidata dall’aggressore, sul lato passeggero, e aveva innescato con minacce e insulti l’aggressione ai danni della vittima che, a seguito del brutale pestaggio, era stata sottoposta a intervento chirurgico per le lesioni riportate. Le accurate indagini condotte dai poliziotti del commissariato di via Ruffini, coordinate dalla procura di Roma, hanno quindi portato all’arresto del 20enne.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nipote di Bud Spencer pestato sul lungotevere: arrestato 20enne

RomaToday è in caricamento