Cronaca

In Commissariato per effettuare lavori, ma era un ricercato: arrestato operaio

E' stato arrestato in relazione all'ordine di carcerazione per esecuzione di pena disposto dalla Procura Generale della Repubblica presso la Corte D'Appello di Roma

Si è presentato all'interno del cortile del Commissariato Trastevere per effettuare dei lavori edili, su un edificio confinante, con la ditta di cui è dipendente, ma al momento del controllo è stato arrestato: l'uomo, un polacco di 28 anni, era in fatti ricercato.  

Dai consueti accertamenti effettuati dagli investigatori del commissariato sui dipendenti della ditta, è infatti emerso che uno di questi era destinatario di un provvedimento di carcerazione per "espiazione di pena".

Il 28enne, da alcuni anni in Italia, a seguito di reati di furto, minaccia e truffa commessi tra il 2013 e 2015 nel paese d'origine,  era stato condannato in via definitiva alla pena di anni 1 e 25 giorni di reclusione, non eseguita a causa della non reperibilità del malvivente stesso.

Per questo è stato accompagnato in commissariato e quindi arrestato in relazione all’ordine di carcerazione per esecuzione di pena disposto dalla Procura Generale della Repubblica presso la Corte d'Appello di Roma. Ultimati gli accertamenti di rito, è stato portato a Rebibbia, dove sconterà la sua pena.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In Commissariato per effettuare lavori, ma era un ricercato: arrestato operaio

RomaToday è in caricamento