Cinese ucciso a Portuense: arrestato il killer in un locale di Milano

Dopo settimane di ricerche l'uomo è stato rintracciato a Milano. Lo scorso 13 dicembre aveva preso a coltellate un connazionale cinese

La Squadra Mobile di Roma, in collaborazione con quella milanese e con il Servizio Centrale di Polizia Scientifica, lo scorso lunedì ha arrestato il responsabile dell’uccisione di Zhang Qihua, avvenuto il 13 dicembre scorso a Roma nel quartiere Portuense.

L’omicidio era avvenuto nel pomeriggio e il corpo della vittima era stato trasportato in strada da altri connazionali presenti all’episodio nel tentativo di soccorrerlo, quando le volanti erano arrivate sul posto avevano ispezionato l’appartamento trovando subito il coltello usato per l’aggressione.

La persona fermata dalla Polizia è un cittadino cinese di 39 anni, Chang Zhong, che il giorno dell’omicidio, dopo aver accoltellato il suo connazionale, aveva fatto perdere le proprie tracce.

Dalla ricostruzione fatta dagli investigatori è emerso che l’omicidio è stato l’epilogo di una lite tra la vittima e il presunto omicida, che al momento pare fosse ubriaco. Le indagini, rese più complicate dal fatto che entrambi i cittadini stranieri erano irregolari in Italia, si sono subito dirette verso un cittadino cinese conosciuto come “Daja”, il cui segno particolare era una cicatrice sul volto.

Il prosieguo delle investigazioni ha permesso di rilevare la presenza di un sospetto, che corrispondeva alle descrizioni, a Milano, in una zona dove esiste una numerosa comunità cinese. Per questo è stata richiesta la collaborazione della Squadra Mobile meneghina.

Domenica scorsa, durante i festeggiamenti del capodanno cinese a Milano, gli agenti impegnati nelle ricerche hanno individuato l’uomo che stava cenando all’interno di un ristorante in compagnia di una donna. Quando i poliziotti si sono presentati all’uomo per identificarlo, questo, rivolgendosi alla sua compagna, ha detto “La mia vita è finita…”.

L’uomo allora è stato accompagnato in Questura per i dovuti accertamenti. A conclusione di tutti i riscontri, sulla base degli elementi raccolti, la magistratura romana ha emesso un provvedimento restrittivo, notificato allo straniero lo scorso 11 febbraio. Chang è quindi stato accompagnato nel carcere milanese a disposizione dell’Autorità Giudiziaria, con l’accusa di omicidio doloso.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Roma, la mappa del contagio di ottobre: 47 quartieri con più di cento casi

  • Coronavirus Roma, tamponi rapidi a 22 euro: l'elenco dei laboratori privati dove farlo

  • Drive in dove fare i tamponi a Roma: gli indirizzi. L'elenco completo

  • La marcia 'nera' su Roma, l'ultra destra sfida il coprifuoco. La Questura: "Nessun preavviso per il corteo"

  • Paura a Gregorio VII, a fuoco un autobus: esplosioni e colonna di fumo nero sulla zona

  • Coprifuoco a Roma e nel Lazio, ecco l'ordinanza: autocertificazione per spostamenti da mezzanotte alle 5

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento