Al pronto soccorso con il motorino rubato: 38enne arrestato per ricettazione

L'uomo è stato notato riaccendere il motorino senza impiego delle chiavi. Fuggito una prima volta, è stato poi fermato dalle guardie giurate in servizio

Immagine di repertorio

E' tornato 'sul luogo del delitto' per recuperare il motorino rubato ma gli è stato 'fatale'. E' terminata con un fermo per ricettazione, da parte del commissariato Monteverde, per R. Z., 38enne, originario della Tunisia, che ieri è stato 'pizzicato' fuori da un pronto soccorso mentre tentava di far ripartire il mezzo di cui non aveva le chiavi.  

A notarlo, intorno alle 8.30, è stato l'accompagnatore di un paziente che lo ha visto arrivare a bordo delle due ruote ma si è insospettito quando, al momento di ripartire, al posto di utilizzare la chiave, per accenderlo lo ha visto armeggiare con i fili. Segnalato alle guardie giurate in servizio, è fuggito una prima volta. Tornato una seconda volta è stato bloccato e condotto al posto di polizia interno all'ospedale.

Nel frattempo è intervenuta una volante della Polizia di Stato mettendo sotto sequestro il motorino, con il blocchetto dell’accensione manomesso. Arrivata una pattuglia del commissariato Monteverde, il 38enne è stato portato negli uffici di polizia per ulteriori accertamenti al termine dei quali il motorino è risultato rubato. Il tunisino è stato pertanto sottoposto a fermo di p.g. per il reato di ricettazione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Primark inaugura a Roma: lunghe file dalle prime ore del mattino

  • Roma, la mappa del contagio dell'ultimo mese: ecco i municipi e i quartieri con più casi

  • Camorra, "a Roma comanda tutto lui": il cartello della droga di Michele Senese. Ecco come aveva diviso la Capitale

  • Incidente sulla Pontina: l'auto ha un'avaria, lui scende e viene investito da un tir. Morto 43enne

  • Choc nel parcheggio del supermercato: cliente non lascia il carrello al mendicante e finisce ferito in una pozza di sangue

  • Coronavirus, a Roma 1306 nuovi casi. D'Amato condanna: "Assurde le scene viste nei centri commerciali"

Torna su
RomaToday è in caricamento