menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Coltivava serra di marijuana, ex calciatore delle Roma condannato ad 1 anno e 2 mesi

Luigi Sartor è stato giudicato con rito abbreviato

L'ex calciatore Luigi Sartor, 46 anni, arrestato in flagranza di reato dalla Guardia di finanza di Parma per coltivazione di marijuana, è stato condannato con rito abbreviato a un anno, 2 mesi e 26 giorni. L'ex giocatore di Juventus, Inter, Roma e Parma, residente nella città ducale, era stato fermato insieme a un coetaneo suo complice, anche lui condannato ma, poiché incensurato, ha ricevuto la sospensione della pena. 

A Sartor il giudice ha riconosciuto le attenuanti generiche ed escluso la recidiva. Tuttavia, è stata revocata la sospensione della pena per una condanna precedente (avvenuta nel 2015), dunque, se la condanna attuale dovesse passare in giudicato, l'ex calciatore dovrà scontare anche i nove mesi della sentenza precedente. Sartor, ora ai domiciliari, ha chiesto e ottenuto, tramite il suo legale, di fare volontariato in una comunità per ragazzi tossicodipendenti.

Nato a Treviso nel 1975 Luigi Sartor ha vestito la maglia della Roma nella stagioni 2004/2005 e 2005/2006 con una parentesi di sei mesi in prestito nel mercato di gennaio al Genoa. Sette presenze senza lasciare il segno quelle giocate dal terzino con i giallorossi. Proprio a Parma Luigi Sartor aveva raggiunto il top della carriera vincendo con i Ducali una Coppa Uefa, una Coppa Italia ed una Supercoppa Italiana. Cresciuto nel vivaio della Juventus, squadra con la quale esordì nella stagione 1992/93, chiuse la carriera nel 2007/2009 con la maglia della Ternana. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento