Gambizzò personal trainer a Pineta Sacchetti: arrestato 26enne

L'arresto nel pomerigio di ieri all'interno di un bar del quartiere. Avrebbe agito per contrasti nati da vicende economiche. Non si escludono legami con lo spaccio della zona

Risolto il giallo di via Cogoleto. Era la notte tra il 24 e il 25 maggio quando Gianluca Alleva, personal trainer 35enne, già noto alle forze dell'ordine, fu raggiunto da sette colpi di pistola alle gambe. Un vero e proprio agguato che lo costrinse in terapia intensiva al Gemelli. Ieri la Squadra Mobile ha scoperto l'autore di quell'agguato. Si tratta de 26enne Manolo Zioni che, secondo quanto riferito dalla Questura, è un pluripregiudicato della zona, già colpevole di rapina, rissa, lesioni e spaccio di stupefacenti.

Zioni è stato arrestato in un bar della zona di Primavalle. A Roma era tornato da poco, dopo essersi rifugiato in Spagna per qualche giorno. A nulla è valso il muro di omertà che si è levato per proteggerlo. Un muro sollevato anche dalla stessa vittima che non ha aiutato gli investigatori a chiarire i contori della vicenda. Nonostante tutto gli uomini della mobile sono giunti a Zioni.

Le motivazioni che avrebbero indotto a perpetrare il tentato omicidio andrebbero ricondotte a contrasti nati di recente tra i due e non si può escludere che possano essere riconducibili a vicende “economiche” relative a traffico di sostanze stupefacenti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vigili nella bufera, Raggi guarda Report e decide di ruotare gli agenti. In bilico il comandante Napoli

  • Primark inaugura a Roma: lunghe file dalle prime ore del mattino

  • Coronavirus, nel Lazio chiusi negozi e supermercati alle 21: la nuova ordinanza della Regione

  • Apre Maximo Shopping Center, un nuovo centro commerciale a Roma: 160 negozi sulla Laurentina. Grande attesa per Primark

  • Tamponi in farmacia a Roma e nel Lazio: dove farli. L'elenco completo e gli indirizzi

  • Vigili fanno sesso in auto a Roma, la commedia sexy si tinge di giallo: spunta l'ipotesi della microspia

Torna su
RomaToday è in caricamento