rotate-mobile
Cronaca Della Vittoria / Viale Angelico

Romanisti accoltellati nel pub dopo il derby: arrestati tre ultras della Lazio

L'assalto avvenne al Clover Pub a Prati al termine della partita di Coppa Italia lo scorso 10 gennaio

Una vera e propria spedizione punitiva nel corso della quale vennero accoltellati due tifosi romanisti. Sono stati identificati quattro ultras della Lazio ritenuti responsabili del tentato omicidio di due giovani che si trovavano nel locale di Prati dopo la stracittadina vinta dai biancocelesti. Tutti appartenenti al contesto ultras della curva Nord della Lazio tre di loro sono finiti agli arresti domiciliari, con un quarto laziale per cui è stato disposto il Divieto di Dimora nel comune di Roma (limitatamente ai municipi I e II).

La spedizione punitiva 

Le indagini della digos della questura di Roma cominciarono la notte dello scorso 10 gennaio dopo il derby di Coppa Italia, nel corso del quale si erano già registrati scontri e tensioni sia all'interno che all'esterno dello stadio Olimpico, prima, durante e dopo la partita. Proprio in nottata al Clover Pub di viale Angelico si verificò la violenta aggressione da parte di un gruppo di ultras laziali nei confronti degli avventori del locale. Due i romanisti rimasti feriti accoltellati con prognosi di 40 e 30 giorni.

L'assalto al Clover Pub 

Le attività di indagine della digos capitolina, coordinate dalla procura della Repubblica, basate sull’analisi delle immagini di videosorveglianza dell’area limitrofa al luogo dell’azione violenta, hanno permesso, in maniera precisa, di ricostruire esattamente il percorso degli aggressori - 6/7 persone - che, dopo essersi radunate a circa 100 metri di distanza dall’obiettivo, hanno raggiunto il pub, hanno compiuto il raid violento e poi sono scappate su viale Angelico.

I quattro ultras della Lazio identificati dalla polizia 

Gli ulteriori sviluppi investigativi, corroborati dalle risultanze dell’analisi dei dati di traffico telefonico della zona interessata e dalle comparazioni di immagini sviluppate dalla polizia scientifica, hanno permesso di acquisire altri elementi circa il probabile coinvolgimento dei 4 tifosi laziali sottoposti a misura cautelare.

Arrestati tre laziali 

Concluse le indagini, il Gip del tribunale di Roma, su richiesta del pubblico ministero titolare, ha emesso un’ordinanza di custodia cautelare disponendo gli arresti domiciliari con applicazione del braccialetto elettronico per tre indagati e il Divieto di Dimora nel comune di Roma (limitatamente ai municipi 1 e 2) per il quarto indagato. Sono ritenuti responsabili, in concorso tra loro, di tentato omicidio e lesioni personali aggravate.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Romanisti accoltellati nel pub dopo il derby: arrestati tre ultras della Lazio

RomaToday è in caricamento