Cronaca Centro Storico / Via Nazionale

Via Nazionale, lancia bottiglie contro passanti e poliziotti: "Sono della nazionale di rugby"

Si tratta di un giovane inglese di 20 anni. Dopo aver aggredito gli agenti che lo hanno bloccato in seguito a un breve inseguimento si è spacciato per uno sportivo nella capitale per il match di ieri. Ma non era vero

Ubriaco ha iniziato a lanciare bottiglie in direzione di passanti e automobili. È accaduto venerdì sera intorno alle 20 in via Nazionale. Quando gli agenti, in seguito a una segnalazione,  sono arrivati e si sono avvicinati per identificarlo hanno ricevuto lo stesso trattamento e una bottiglia per poco non ha colpito un poliziotto.

Subito dopo l’uomo è fuggito verso via del Tritone e ha imboccato una scalinata per impedire agli uomini in divisa di rincorrerlo con la volante. La corsa però è durata poco. Giunto in via Piacenza infatti il fuggiasco è stato raggiunto e dopo una breve colluttazione bloccato.

Identificato per J.G., cittadino inglese, 21 anni da compiere, l’uomo si è mostrato violento ed una volta fatto salire a bordo dell’auto di servizio ha oltraggiato gli agenti per tutto il tragitto fino in Commissariato. Il giovane inoltre  ha dichiarato agli agenti di essere un giocatore della nazionale di rugby inglese e di essere in Italia per disputare l’incontro del “Sei Nazioni” di ieri pomeriggio.

A quel punto gli investigatori, per accertare la veridicità delle dichiarazioni del soggetto sono andati personalmente nell’albergo dove è alloggiata la squadra inglese e hanno parlato con il personale dello staff che però ha riferito di non conoscere assolutamente il ragazzo fermato.

Arrestato per lesioni e resistenza a pubblico ufficiale, al J.G è stato contestato anche il reato di lancio di oggetti pericolosi e per questo denunciato.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Via Nazionale, lancia bottiglie contro passanti e poliziotti: "Sono della nazionale di rugby"

RomaToday è in caricamento