Martedì, 22 Giugno 2021
Cronaca

Uccise un connazionale a San Pietro: 37enne arrestato a Fiumicino

E' stato trovato all'aeroporto di Fiumicino l'uomo che lo scorso 25 luglio ha ucciso un connazionale, a seguito di una lite, all'interno del sottopasso della locale stazione ferroviaria

Un uomo di 37 anni è stato fermato a Fiumicino dai Carabinieri della Compagnia Aeroporti di Roma. Di origini romene, 37enne, era ricercato dai colleghi del Nucleo Operativo della Compagnia Roma San Pietro per l’omicidio di un connazionale, di 45 anni, avvenuto la notte tra il 24 e il 25 luglio scorso, all’interno del sottopasso della locale stazione ferroviaria.

L’aggressione era avvenuta in seguito a una lite, scoppiata per futili motivi, e probabilmente "aiutata" da qualche bicchiere d'alcol di troppo. Era stato un passante a segnalare il corpo del cittadino romeno ai Carabinieri. Anche se il cadavere non evidenziava palesi ferite riconducibili, nell’immediatezza, a una morte violenta, le indagini dei Carabinieri della Compagnia Roma San Pietro, supportate dai risultati dell’autopsia e dai riscontri di carattere tecnico del RIS di Roma, hanno consentito di stabilire che si era trattato di un omicidio il cui responsabile è stato subito individuato e denunciato alla Procura della Repubblica di Roma che ha emesso un decreto di fermo a suo carico il 3 agosto.

Il soggetto è stato fermato nel corso di un controllo operato all’interno dell’aerostazione di Fiumicino dai Carabinieri della Compagnia Aeroporti di Roma, i quali, dopo aver accertato che l’individuo era gravato dal provvedimento restrittivo, lo hanno bloccato e consegnato ai colleghi di Roma San Pietro per la notifica del provvedimento. L’uomo si trova in carcere, a Regina Coeli, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Uccise un connazionale a San Pietro: 37enne arrestato a Fiumicino

RomaToday è in caricamento