menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

La "corsia preferenziale" dello spaccio, nell'auto metanfetamina e droga dello stupro

Nei guai è finita una ragazza di 29 anni. La droga e tutto il materiale rinvenuto sono stati sequestrati

Stava percorrendo in auto la corsia preferenziale di Corso Rinascimento quando ha avuto la sfortuna di incrociare una pattuglia dei carabinieri che l'hanno fermata: alla guida una 29enne incensurata. L'atteggiamento - secondo l'Arma difficilmente giustificabile con la sola contestazione della violazione del Codice della Strada - ha così indotto i militari a perquisire il veicolo. 

Nell’abitacolo, è stato trovato un grammo di shaboo (la metanfetamina dei kamikaze), circa 3 grammi di cocaina e un barattolo di vetro contenente 100 ml sostanza liquida risultata essere GHB, la cosiddetta droga dello stupro.

La pericolosa sostanza psicoattiva è passata alla ribalta delle cronache, non solo italiane, poiché, grazie alle sue caratteristiche – è inodore e incolore – e agli effetti ipnotici e sedativi che induce, può essere facilmente somministrata alle vittime, disciolte in cibi o bevande, senza che questa se ne renda conto. In alcuni casi può anche causare amnesie.

Vista la situazione, i carabinieri hanno fatto scattare una perquisizione anche nell'abitazione della 29enne: all'interno è stato recuperato un altro barattolo contenente mezzo litro di GHB, oltre a vari appunti contabili riferiti alla sua attività illecita e circa 300 euro in contanti.

La droga e tutto il materiale rinvenuto sono stati sequestrati, mentre proseguono gli accertamenti dei carabinieri finalizzati a verificare quale fosse l'utilizzo della droga dello stupro.

CENTRO - La droga sequestrata dai Carabinieri (3)-3

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento