Cronaca

Tangenti, tre arresti tra Roma e Labico

Tre persone accusate di corruzione sono ora sottoposte al regime di arresti domiciliari presso le loro abitazioni in attesa di giudizio

Gli indagati ottenevano delle licenze per il Noleggio con Conducente in cambio di mazzette di 500 euro. Al centro dell'indagine ci sono i due titolari delle licenze e il funzionario del comune di Labico accusato di averle rilasciate.

Già da un anno le autorità cercavano di far luce su questo giro d'affari. All'inizio si pensava a reati come "abuso d'ufficio" e "falsità ideologica" in concorso con il funzionario comunale. Le autorità avevano già sequestrato da tre mesi le auto e le licenze, ma il ritrovamento di prove relative ai pagamenti, effettuati tramite vaglia postali, hanno dato una spinta determinante alle indagini. Questi documenti sono stati individuati presso l'ufficio Accertamenti Patrimoniali della Direzione delle Poste Italiane e sono riconducibili inequivocabilmente a loro.


I Carabinieri della Stazione di Labico, operando insieme agli agenti della stazione di Grottaferrata, hanno eseguito quindi questa mattina le tre ordinanze di custodia cautelare emesse dal GIP del Tribunale di Velletri. Gli indagati, due uomini ed una donna, sono ora sottoposti al regime di arresti domiciliari presso le loro abitazioni in attesa di essere giudicati.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tangenti, tre arresti tra Roma e Labico

RomaToday è in caricamento