Corriere della droga in aeroporto: da Addis Abeba a Roma con 100 ovuli di eroina nello stomaco

I Carabinieri, al termine delle attività, hanno potuto accertare che l'uomo aveva ingerito 1200 grammi di eroina

Da Addis Abeda a Roma con 100 ovuli di eroina nello stomaco. Un corriere della droga è stato individuato, fermato e arrestato dai Carabinieri della Compagnia Aeroporti di Roma, al termine di mirata attività condotta presso i terminal dello scalo intercontinentale Leonardo Da Vinci di Fiumicino.

Il militari hanno sorpreso in flagranza di reato un nigeriano di 34 anni per produzione, traffico e detenzione illecita di sostanze stupefacenti o psicotrope.

Lo straniero, giunto all'alba a Roma con un volo, è stato notato dai militari per l'atteggiamento visibilmente nervoso assunto a seguito del controllo dei documenti ed è stato quindi condotto presso il pronto soccorso dell'ospedale Grassi di Ostia per essere sottoposto ad approfonditi esami radiografici.

E' stato così appurato che il nigeriano aveva ingerito un numero imprecisato di ovuli. Al fine di consentirgli di evacuarli completamente, data la loro pericolosità, è stato trattenuto presso la struttura ospedaliera.

I Carabinieri, al termine delle attività, hanno potuto accertare che l’uomo aveva ingerito 100 ovuli complessivi contenenti eroina, per un peso totale superiore ai 1200 grammi. L'arrestato è stato poi dimesso e condotto presso la casa circondariale di Civitavecchia, a disposizione dell'Autorità Giudiziaria.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Neve a Roma in settimana? Cosa dicono le previsioni meteo

  • Roma e Lazio in zona arancione: l'annuncio dell'assessore D'Amato

  • Zona arancione, cosa si può fare e cosa no a Roma e nel Lazio dal 17 gennaio

  • Coronavirus, Roma e il Lazio verso la zona arancione: indice Rt e ricoveri oltre la soglia. Cosa cambia

  • Sabato zona gialla a Roma e nel Lazio: il 16 gennaio giornata limbo prima della stretta

  • Coronavirus, a Roma e nel Lazio la situazione sta peggiorando: "Si è perso il controllo dei contagi, vi spiego perché"

Torna su
RomaToday è in caricamento