rotate-mobile
Mercoledì, 5 Ottobre 2022
Cronaca

Pistola e tatuaggi, presa la banda di rapinatori violenti incubo della zona della stazione Termini

La polizia e i carabinieri, grazie ad una indagine congiunta, hanno trovato i responsabili delle rapine nei pressi di piazze dei Cinquecento

Armati di pistola, commettevano rapine violente nella zona della stazione Termini. Sono stati però i tatuaggi sul volto di uno dei malviventi a permettere alla polizia e ai carabinieri di chiudere il cerchio, sgominando così la banda di cinque uomini che era ormai diventata l'incubo dell'area limitrofa allo scalo romano. 

I militari del Nucleo Scalo Termini e gli agenti del Commissariato Viminale, finite le indagini hanno così arrestato quattro dei cinque componenti della banda: un romeno di 25 anni, un egiziano di 19 anni, un egiziano di 21 anni e un egiziano di 24 anni. Il gruppo, secondo le indagini, è colpevole di una "rapina pluriaggravata" ai danni di due giovani, rispettivamente un romeno ed un ecuadoregno nei pressi della Stazione Termini, il 18 maggio scorso.

Le due vittime, mentre si trovavano in piazza dei Cinquecento, sono state derubate della loro cassa acustica portatile da parte della banda della stazione Termini, e, nel richiederla indietro, sono stati avvicinati da un individuo, poi riconosciuto per il 25enne romeno grazie ai vistosi tatuaggi al volto, che li ha minacciati con una pistola, ed insieme agli altri complici, ha colpito al volto una delle vittime, portandogli via il portafogli, il cellulare e un orologio da polso. Quindi, sempre sotto minaccia della pistola, hanno costretto l'altro ragazzo ad alcuni prelievi bancomat con la sua carta di credito, prelievi mai fatti poiché, furbamente, la vittima sbagliava volontariamente il pin.

Gli agenti, presa la denuncia dei due ragazzi, grazie a una minuziosa indagine, sono riusciti a riconoscere tre componenti del gruppo, tutti uomini che già avevano commesso rapine nella zona della stazione Termini. Un altro membro della banda, pochi giorni dopo, è stato invece riconosciuto e controllato dagli agenti nei pressi della stazione Termini con ancora addosso i vestiti usati per la rapina, mentre il 21enne egiziano è stato riconosciuto in sede di individuazione fotografica dalle vittime presso il Nucleo Carabinieri Scalo Termini.

Vista la gravità dei fatti, la Procura della Repubblica di Roma-pool reati contro il patrimonio ha chiesto ed ottenuto dal G.I.P. del tribunale, nei confronti dei 5 rapinatori, la misura cautelare della custodia in carcere, che è stata eseguita in breve tempo. Sono tutt'ora in corso le ricerche del quinto rapinatore.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pistola e tatuaggi, presa la banda di rapinatori violenti incubo della zona della stazione Termini

RomaToday è in caricamento