Giovedì, 18 Luglio 2024
Cronaca

Ruba energia al metal detector di piazza San Pietro e picchia i poliziotti: paura fra i turisti

L'uomo ha tentato anche una fuga verso il Cancello di Sant'Anna

Ha caricato il telefonino attaccandolo alla presa elettrica dei metal detector del colonnato di piazza San Pietro. Quando i poliziotti gli hanno chiesto di staccarlo, lui - un 29enne tunisino - li ha colpiti con un ombrello e una borraccia, poi li ha presi a calci. Il giovane ha anche spintonato i poliziotti con violenza per assicurarsi la fuga continuando a urlare davanti ai turisti presenti.

Momenti di paura al Vaticano, lo scorso 3 novembre. L'esagitato è stato arrestato dagli agenti dell'ispettorato Vaticano che lo hanno inseguito fino all'ingresso del Cancello di Sant'Anna, aiutati anche da una pattuglia di militari dell'Esercito.  

La ricostruzione della polizia

"Il giovane, dopo aver scansato i poliziotti - confermano dalla Questura di Roma -, spintonandoli con violenza per assicurarsi la fuga ed impedire l'attività di Polizia, continuava a urlare, brandendo un ombrello e una borraccia per colpirli, e si allontanava precipitosamente verso largo del Colonnato. Subito raggiunto, proferiva a gran voce frasi ingiuriose nei confronti degli agenti, distintamente udite dalle numerose persone lì presenti, e riprendeva poi la fuga verso via di Porta Angelica, continuando a inveire contro i poliziotti". Il 29enne è accusato di rapina impropria e resistenza a pubblico ufficiale.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ruba energia al metal detector di piazza San Pietro e picchia i poliziotti: paura fra i turisti
RomaToday è in caricamento