rotate-mobile
Domenica, 16 Gennaio 2022
Cronaca

Pigneto sotto assedio: carabinieri e polizia a caccia di pusher, tre arresti

Durante i servizi ad 'alto impatto' decisi dal Questore D'Angelo, nella giornata di ieri, al Pigneto, sono stati arrestati due pusher, controllate 43 persone e 6 veicoli. In via Perugia i carabinieri hanno fermato un 20enne

Pigneto e Tor Bella Monaca sono diventate le priorità di Polizia e Carabinieri. Dopo le rivolte dell'isola pedonale e all'R5 agenti e militari provano a reagire e a dare un segnale deciso ai residenti e a tutti i romani. Ieri tre i pusher finiti in manette. 

Su disposizione del Questore Nicolò D’Angelo, infatti, proprio nella giornata di ieri, si sono registrati controlli straordinari che hanno visto impegnati, oltre agli agenti della Polizia di Stato in servizio al Commissariato Porta Maggiore, diretto dal dr. Giovanni Di Sabato, anche pattuglie della Squadra Mobile, del Reparto Volanti, dell’Unità Cinofila, del Reparto Prevenzione Crimine, del Reparto Mobile nonché dell’Arma dei Carabinieri. Durante i servizi, sono stati arrestati due pusher, controllate 43 persone e 6 veicoli.

VIA DELLA MARANNELLA - In via della Marranella a seguito di una segnalazione di lite, è stato bloccato un uomo di nazionalità cinese, mentre, armato di coltello, stava cercando di colpire una sua connazionale. In realtà, come accertato dai poliziotti, l’aggressione altro non era che un atto di ritorsione da parte dell’aggressore nei confronti della vittima. Infatti, la donna, titolare di un centro estetico, il 5 agosto scorso era stata vittima di una rapina ad opera di due cittadini cinesi, che, dopo essere entrati nel suo esercizio armati di coltello e taser, le avevano rubato 1000 euro. Prima di allontanarsi però l’avevano minacciata di ritorsione nel caso in cui avesse presentato la denuncia della rapina, cosa che lei ha fatto. E ieri sera uno dei due rapinatori, accompagnato da un connazionale, si è presentato dalla donna aggredendola. Grazie all’intervento dei poliziotti l’uomo è stato disarmato e bloccato insieme al suo complice. H.J.D. di 37 anni, è stato sottoposto a Fermo di Polizia Giudiziaria per rapina aggravata. Inoltre, è stato denunciato  insieme al suo complice per minacce e lesioni aggravate nonché per porto abusivo d’arma da taglio.
 

VIA DEL PIGNETO E VIA PESARO - Sempre nella giornata di ieri, è stato arrestato anche un senegalese G.I. di 20 anni. L’uomo, è stato notato dai poliziotti tra via del Pigneto e via Pesaro, mentre tentava di eludere il controllo allontanandosi frettolosamente dal posto. Raggiunto dagli agenti, poi, ha tentato di disfarsi di un pacchetto in cellophane che, recuperato è risultato contenere 3 mattoncini di hashish di diverse dimensioni  per un peso di circa 31 grammi. Lo straniero, con vari precedenti di Polizia, è stato arrestato per detenzione ai fini di spaccio di stupefacenti. Sempre in via del Pigneto, poco dopo la mezzanotte, i carabinieri, nel corso di controlli antidroga, hanno arrestato un cittadino del Mali, di 22 anni, senza fissa dimora e con precedenti, sorpreso a cedere alcuni grammi di hashish ad un giovane acquirente che è stato identificato e segnalato al Prefetto. I militari a seguito della perquisizione personale hanno rinvenuto addosso al pusher ulteriori stupefacenti per un totale di 10 g, e 60 euro in denaro contante, probabile provento dell’illecita attività.  

VIA PERUGIA - Nel tardo pomeriggio di ieri, i carabinieri del comando provinciale di Roma hanno arrestato un cittadino del Gambia, di 20 anni, senza fissa dimora. I militari prima l'hanno notato aggirarsi con fare sospetto tra le vie del Pigneto, e poi l'hanno perquisito. E' stato trovato in possesso di 7 dosi di eroina, pronte ad essere spacciate e di 40 euro in denaro contante probabile provento della pregressa attività illecita.
Inoltre, durante i servizi di controllo del territorio è stato fermato dai poliziotti un cittadino romeno  di 42 anni che si trovava in compagnia di alcuni connazionali. Dai successivi accertamenti di Polizia, lo straniero è risultato avere vari alias. Accompagnato negli uffici del Commissariato, al termine delle indagini, l’uomo è stato denunciato all’autorità giudiziaria poiché accertato essere inosservante al divieto di dimora nel Comune di Roma, nonché all’obbligo di firma presso gli uffici di Polizia.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pigneto sotto assedio: carabinieri e polizia a caccia di pusher, tre arresti

RomaToday è in caricamento