Domenica, 26 Settembre 2021
Cronaca

Dalla Pontina all'Aurelia, costringevano 20 ragazze a prostituirsi: in manette 3 aguzzini

In manette un uomo e 2 donne. Le ragazze erano costrette a versare agli sfruttatori parte dei guadagni raccolti e, settimanalmente, una somma quale corrispettivo per l'occupazione delle piazzole ove esercitavano la loro attività

Gestivano 20 ragazzi, costrette a prostituirsi per i loro interessi. Al termine di una operazione i Carabinieri della Compagnia di Civitavecchia, con la collaborazione dei colleghi delle Compagnie Aeroporti di Roma e Anzio, hanno eseguito un provvedimento cautelare emesso dal GIP del Tribunale di Velletri, per "sfruttamento della prostituzione in concorso tra loro", arrestando un uomo 25enne e due donne di 20 e 23 anni di nazionalità romena.

LE INDAGINI - L'attività è scaturita dalle indagini condotte tra il febbraio e l'agosto 2015 dai Carabinieri della Stazione di Passoscuro che avevano permesso di appurare l'esistenza di un sodalizio criminale dedito al "reclutamento, all'induzione e allo sfruttamento della prostituzione" ai danni di almeno 20 ragazze provenienti dall'est Europa, che si prostituivano lungo le strade statali Aurelia e Pontina.

ANCHE 6 ITALIANI - Le ragazze, quotidianamente, erano costrette a versare agli sfruttatori parte dei guadagni raccolti e, settimanalmente, una somma quale corrispettivo per l'occupazione delle piazzole ove esercitavano la loro attività. Nel corso delle indagini sono stati inoltre individuati 6 uomini italiani, tutti arrestati in flagranza di reato per "favoreggiamento della prostituzione", i quali, dietro corrispettivo, "accompagnavano le ragazze sul luogo di lavoro".

IL DENARO CON MONEY TRANSFERT - Le intercettazioni telefoniche e ambientali, i servizi di pedinamento svolti, l'esecuzione di riprese foto e video nonché l'acquisizione di numerose ricevute relative all'invio, da parte delle ragazze, di denaro ai loro sfruttatori tramite servizi di money transfer, hanno consentito di raccogliere gravi indizi di colpevolezza a carico degli indagati e permesso ai Carabinieri di redigere un'articolata informativa.

GLI ARRESTI - Il GIP del Tribunale di Velletri, competente per territorio sul luogo ove si perpetravano le condotte di sfruttamento, poiché sia sfruttatori che prostitute vivevano ad Ardea, su conforme proposta del Pubblico Ministero, Dottor Luigi Paoletti, ha accolto pienamente le risultanze investigative emerse nel corso delle indagini, emettendo il provvedimento cautelare a cui i Carabinieri hanno dato esecuzione.

Le due donne, che allo stesso modo si prostituiscono, sono state bloccate una presso la propria abitazione e l'altra sul luogo di "lavoro", lungo l'Aurelia, mentre l'uomo  è stato fermato presso l'aeroporto Pastine di Ciampino, mentre stava per lasciare l’Italia, ed è stato trovato in possesso di circa 10mila eruo euro, che sono stati sequestrati quale verosimile provento dell'illecita attività da lui gestita.

L'uomo è stato associato alla casa circondariale di Civitavecchia, mentre le due donne accompagnate presso le rispettive abitazioni e sottoposte al regime degli arresti domiciliari, a disposizione della competente Autorità Giudiziaria alla quale dovranno rispondere dei reati loro contestati.

ECCO IL VIDEO DEGLI ARRESTI

prostituzione-3-2

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dalla Pontina all'Aurelia, costringevano 20 ragazze a prostituirsi: in manette 3 aguzzini

RomaToday è in caricamento