Cronaca San Giovanni / Piazza di San Giovanni in Laterano

Concerto del primo maggio: 60 arresti, 52 sono pusher, denunce e segnalazioni

Controlli serrati, in particolar modo contro lo spaccio, al concerto del primo maggio a piazza San Giovanni. 60 arresti, 53 giovani segnalati come assuntori di droga e 20 denunciati

Sessanta persone arrestate, cinquantatre giovani segnalati e venti denunciati: questo il bilancio dell'operazione di controllo dei carabinieri in occasione del concerto del primo maggio.

DROGA - Particolare attenzione è stata rivolta dai Carabinieri al contrasto dello spaccio di stupefacenti, che trova terreno fertile in occasione di questi grandi eventi dove grossa è l’affluenza di giovani. I pusher arrestati sono 52, provenienti dalle più svariate regioni d’Italia. Centinaia le dosi di marijuana, hashish, cocaina, eroina, ecstasy e shaboo sequestrate dai Carabinieri, trovate in possesso degli arrestati e mentre le cedevano a giovani acquirenti. Nel corso dell’attività 53 giovani, sorpresi a consumare droga, sono stati segnalati alle rispettive Prefetture di provenienza quali assuntori.

CONTROLLI - Centinaia di militari sono stati impiegati, oltre in piazza San Giovanni e nelle vie limitrofe, anche nei luoghi di transito dei frequentatori della kermesse musicale, in modo da assicurare un divertimento sano e tranquillo alle tante persone che sono giunte da tutt’Italia per assistere all’atteso appuntamento.

BORSEGGI E RAPINE - Nell’ambito degli stessi servizi di controllo altre 8 persone sono state arrestate (4 per borseggio, 3 per rapina ed 1 per resistenza a pubblico ufficiale). Altre 20 persone sono state invece denunciate dai Carabinieri, a piede libero (9 per droga, 5 per furto, 2 per porto abusivo di oggetti atti ad offendere, 2 per guida in stato ebbrezza, 2 per resistenza a pubblico ufficiale).

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Concerto del primo maggio: 60 arresti, 52 sono pusher, denunce e segnalazioni

RomaToday è in caricamento