rotate-mobile
Cronaca

Raffica di furti nei negozi e nelle stazioni della metro: tredici borseggiatori bloccati

Tutte le vittime di furto hanno sporto regolare denuncia

Nonostante la raffica di arresti, continuano i furti a Roma. Nelle ultime ore, tredici persone sono state bloccate dai carabinieri. I militari del Nucleo Scalo Termini, in due diverse attività, sono riusciti ad arrestare tre persone.

Nel primo caso un carabiniere donna libera dal servizio e in abiti civili, ha sorpreso due cittadini romeni, di 42 e 49 anni, mentre stavano asportando il cellulare e il portafogli a un turista francese, che attendeva l’arrivo del convoglio presso la fermata della metropolitana di Termini. Vista la scena, la donna Carabiniere, da sola, ha immediatamente arrestato i due uomini e chiesto l’intervento dei colleghi, con i quali ha recuperato e restituito la refurtiva.

Poco dopo, gli stessi militari hanno arrestato in flagranza un cittadino colombiano di 23 anni, bloccato subito dopo aver asportato tre confezioni di profumi in un negozio dello scalo ferroviario, occultandoli nel suo marsupio. 

In via del Corso, l’intervento dei carabinieri della stazione di San Lorenzo in Lucina ha permesso di arrestare una cittadina cilena di 36 anni, accompagnata da una minore, vista nell’atto di asportare il portafogli di una turista ucraina, che si trovava all’interno di un negozio di abbigliamento intenta a fare shopping.

In via del Lavatore, invece, i militari hanno arrestato un uomo di 49 anni e una ragazza di 20 anni, sorpresi mentre asportavano con destrezza il portafogli di una turista 68enne romena, con all’interno documenti e carte di credito.

In un altro episodio sempre in una delle fermate della metropolitana, questa volta Colosseo, le forze dell'ordine hanno arrestato un cittadino romeno di 21 anni, già noto alle forze dell’ordine, sorpreso, mentre asportava il portafogli a una turista francese di 43 anni. I militari una volta bloccato il giovane sono riusciti a recuperare e restituire il portafogli alla vittima.

In via di Tor Vergata, i carabinieri hanno arrestato in flagranza, tre persone di età compresa tra i 27 e i 46 anni, di nazionalità cilena, sorpresi, mentre cercavano di darsi alla fuga, dopo aver asportato da un negozio di elettronica di un centro commerciale, prodotti hi-tech dal valore complessivo di circa 1000 euro. I Carabinieri li hanno bloccati e hanno recuperato la refurtiva che è stata restituita al responsabile del punto vendita.

In via Amedeo Cancelli, i militari dell'Arma hanno arrestato un cittadino del Bangladesh di 27 anni, sorpreso mentre tentava di asportare un cellulare custodito all’interno di un’autovettura in sosta, forzando lo sportello. Alla vista dei militari l’uomo ha tentato la fuga a piedi, ma è stato subito raggiunto e bloccato dai Carabinieri.

In Piazza Celimontana, l’intervento tempestivo di una pattuglia dei carabinieri della Compagnia Roma Piazza, ha permesso di arrestare un cittadino di origini bosniache di 18 anni, domiciliato nel campo nomadi di Roma Castel Romano. In particolare, il giovane è stato sorpreso all’interno di un camper in sosta, di proprietà di un turista francese, mentre rovistava al suo interno, dopo aver forzato un oblò.

Tutte le vittime di furto hanno sporto regolare denuncia-querela e tutti gli arresti sono stati convalidati.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Raffica di furti nei negozi e nelle stazioni della metro: tredici borseggiatori bloccati

RomaToday è in caricamento