Martedì, 15 Giugno 2021
Cronaca

Arrestati rapinatori di appartamenti. Si fingevano postini o tecnici

Arrestati e indiziati di rapina due giovani di 21 e 30 anni. Avevano messo a segno due furti durante i quali erano riusciti a portar via contanti e gioielli

E' scattato il fermo di indiziato del delitto di rapina per due ragazzi rumeni di 21 e 30 anni.  Le loro vittime erano le persone anziane. Si presentavano come postini o addetti delle società di servizi e dopo che venivano accolti ingenuamente dai malcapitati, ripulivano i loro appartamenti. Il colpo messo a segno il 20 febbraio scorso fu facilitato dalla compagna di uno dei due rapinatori: si era fatta assumere come collaboratrice domestica dal proprietario dell'appartamento svaligiato. Erano riusciti a portar via contanti e gioielli. Il 19 Marzo invece segna la data del loro ultimo furto.

In costante contatto telefonico con il complice già all'interno del palazzo, il 30enne ha suonato al citofono della vittima di turno, una signora di 87 anni, simulando di essere il postino che doveva consegnare 2 raccomandate. Invitato a salire per la consegna, dopo il “via libera” del complice,  i due sono passati all’azione sorprendendo la vittima. La donna è stata immobilizzata ed obbligata a consegnare loro denaro contante e gioielli.

Le conversazioni telefoniche dei malviventi, avvenivano tutte con un linguaggio “cifrato” e i poliziotti nel corso delle indagini sono riusciti ad individuare la chiave di ascolto. I pedinamenti del 21enne hanno condotto gli investigatori al rintraccio del complice. Al momento del blitz, all’interno dell’appartamento oltre al 30enne gli investigatori hanno trovato il 21enne.
 
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Arrestati rapinatori di appartamenti. Si fingevano postini o tecnici

RomaToday è in caricamento