menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Le pistole trovate dai carabinieri in via Alenda

Le pistole trovate dai carabinieri in via Alenda

Giardinetti: armi e travestimenti nell'ex negozio di pompe funebri di 'Ciccio'

L'uomo arrestato dai carabinieri assieme ad un conoscente. Nel locale commerciale di via Alenda trovate due pistole con relativo muniziomento. Esami balistici del RIS di Roma

Armi e travestimenti in un ex negozio di pompe funebri di Giardinetti. E' quanto hanno scoperto i carabinieri della stazione Roma Tor Vergata che nel pomeriggio del 12 novembre hanno arrestato 'Ciccio', una vecchia conoscenza delle forze dell’ordine di 47 anni, e un suo conoscente di 39 anni, anch’egli con precedenti, con le accuse di ricettazione e detenzione illegale di armi e munizionamento in concorso.

EX POMPE FUNEBRI - I due “compari” sono stati più volte notati dai Carabinieri, impegnati in una serie di attività finalizzate al contrasto dei reati contro il patrimonio, all’interno di un negozio di pompe funebri ubicato in via Alenda, a Giardinetti, locale in disuso da qualche mese e di cui avevano la disponibilità.

IL VIDEO DEL RITROVAMENTO DELLE ARMI

CONTINUO VIA VAI - A far insospettire i militari è stato il loro continuo via-vai dall’attività, anche più volte al giorno: nel pomeriggio di ieri, è scattato il blitz nell’ex negozio, dove i due si erano nuovamente dati appuntamento. Durante la perquisizione del locale, i Carabinieri hanno trovato, nascosta su un soppalco del bagno, un sacca contenente numerosi capi di vestiario e accessori, potenzialmente utili al travestimento per compiere rapine o altri reati contro il patrimonio, e due pistole, una calibro 9x21 con matricola abrasa e una calibro 7.65, complete di caricatori e relativo munizionamento. Gli arrestati sono stati portati nel carcere di Regina Coeli, dove rimarranno a disposizione dell’Autorità Giudiziaria mentre gli abiti e le armi sono stati sequestrati.

ANALISI DEL RIS - Le pistole, in particolare, verranno inviate al laboratorio di balistica del RIS di Roma, dove verranno analizzate per verificare eventuali collegamenti con fatti di cronaca recenti o passati.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento