Cronaca

Fucili e armi detenute illegalmente: quattro denunce dei carabinieri

Le irregolarità contestate a quattro anziani residenti fra Guidonia e la Valle dell'Aniene. Trentasette le persone controllate

I Carabinieri della Compagnia di Subiaco nei comuni di competenza hanno intensificato le ispezioni nei confronti dei detentori di armi. Lo scopo dei controlli è quello di riscontrare eventuali anomalie o situazioni irregolari rispetto alla normativa vigente.

CONTROLLI DEI CARABINIERI - I militari attraverso la documentazione contenuta negli archivi hanno raggiunto il domicilio dei detentori di armi dove hanno proceduto a verificare: la regolarità della documentazione presentata; la rispondenza delle modalità di detenzione alle disposizioni di sicurezza in materia di custodia delle armi; la conformita’ delle armi detenute a quelle indicate nelle denunce di possesso a vario titolo (caccia, sport, semplice detenzione); eventuali controindicazioni oggettive di sorta subentrate. 

QUATTRO DENUNCE - Il bilancio dell’operazione è il seguente: su 37 verifiche effettuate, 4 persone (un 74enne di Canterano; un 76enne residente ad Agosta; un 76 enne residente a Guidonia; ed un 75enne residente a Cervara di Roma; tutti pensionati e incensurati) sono state denunciate a piede libero con contestuale sequestro amministrativo di complessivi 6 fucili da caccia. Inoltre altre 7 persone sono state diffidate a presentare, entro trenta giorni dalla constestazione, il previsto certificato anamnestico per regolarizzare la propria posizione. 

ARMI IN EREDITA' - Le denunce a piede libero hanno riguardato prevalentemente il passaggio di armi ereditate o ricevute in regalo e il cambio dei luogo di detenzione. I controlli proseguiranno.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fucili e armi detenute illegalmente: quattro denunce dei carabinieri

RomaToday è in caricamento