Ares 118: "Sessanta lavoratori senza stipendio da venti giorni"

La denuncia viene dalla Cgil Funzione Pubblica. Sergio Bussone: "Dovevano essere pagati il 5 ottobre ma ad oggi questo impegno non è stato rispettato"

Sessanta infermieri del 118 sono senza stipendio da venti giorni. È questa la denuncia che la Cgil Funzione Pubblica ha indirizzato al direttore generale dell'Ares 118, Antonio De Santis, al presidente della Croce Rossa Francesco Rocca e al responsabile della Cabina di Regia, Alessio D'Amato. Come spiega nella nota il coordinatore Fp Cgil Ares 118, Sergio Bussone, si tratta di infermieri che “tramite convenzione con la Cooperativa Professional Service assicurano l’emergenza sanitaria 118 nella Provincia di Roma”.

Dovevano essere pagati il 5 ottobre “ma ad oggi questo impegno non è stato rispettato mettendo in serie difficoltà economiche numerosissimi lavoratori”. E non sembra nemmeno essere di facile soluzione. Come si scrive nella nota, infatti, la Cooperativa ha spiegato ai lavoratori che pagherà gli stipendi 'a data da destinarsi'.  

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La Cgil quindi “stigmatizza il comportamento di taluni  imprenditori accreditati' in convenzione con il servizio di emergenza 118 che, in presenza di eventuali ritardi di pagamento delle loro prestazioni da parte della C.R.I.  quale Ente appaltante, utilizza metodi ricattatori come il sospendere il pagamento degli stipendi dovuti ai numerosi lavoratori coinvolti” spiega Bussone appellandosi alle istituzioni e avvertendo la possibilità di “opportune iniziative di lotta”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus Roma, tamponi rapidi a 22 euro: l'elenco dei laboratori privati dove farlo

  • Drive in dove fare i tamponi a Roma: gli indirizzi. L'elenco completo

  • Coronavirus, Lazio verso il coprifuoco e didattica a distanza parziale per le superiori. In arrivo un'ordinanza con i provvedimenti

  • Sciopero generale il 23 ottobre: a Roma metro e bus a rischio. Orari e fasce di garanzia

  • Coronavirus, a Roma 342 nuovi casi. L'allarme di D'Amato: "Siamo a livello arancione". I dati Asl del 16 ottobre

  • Coronavirus, a Roma 462 casi: sono 939 in totale nella regione. C'è un nuovo focolaio nel Lazio

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento