Cronaca

Ok dal Cipe: approvata la Roma-Latina, i comitati: "Faremo ricorso"

Approvato dal Cipe il progetto definitivo della 'bretella' che collegherà la Roma-Latina all'altezza di Tor de' Cenci con l'autostrada Roma-Fiumicino

Il verdetto del Cipe sulla Roma-Latina è arrivato: il  Comitato Interministeriale per la Programmazione Economica ha approvato il progetto definitivo della 'bretella' che collegherà la Roma-Latina (attuale Pontina) all'altezza di Tor de' Cenci con l'autostrada Roma-Fiumicino all'altezza della Nuova Fiera di Roma.

I COSTI - L'investimento della tratta in approvazione, al netto dei ribassi d'asta, sarebbe pari a 520,1 milioni di euro, cui si aggiungono 1,319 milioni di euro per la tratta Roma (Tor de' Cenci) - Latina e 586,4 milioni di euro per la bretella Cisterna-Valmontone i cui progetti definitivi sono gia' stati approvati dal CIPE, per un importo totale di 2.425,5 miliardi. E' previsto un finanziamento pubblico complessivo del 40 per cento (970,2 milioni di euro), di cui 468,1 milioni di euro gia' disponibili. La fase di progettazione si e' svolta di concerto con il partenariato, effettuando inoltre le necessarie verifiche ambientali, archeologiche e paesaggistiche".

LA REGIONE – Felice del risultato Renata Polverini, presidente della regione Lazio, che dichiara: “"Oggi è una giornata importante per le infrastrutture del Lazio. La delibera Cipe che ha approvato il progetto definitivo per la Roma-Latina segna una svolta per un'opera in cui questa Giunta, e io personalmente, ha creduto sin dall'inizio".
Quindi Polverini ricorda l'impegno suo e della sua giunta per la realizzazione dell'infrastruttura:  "Ci siamo impegnati con determinazione lavorando sia con il governo precedente che con quello attuale. Abbiamo ottenuto lo sblocco dei fondi pubblici e l'inserimento della Roma-Latina tra le opere strategiche nazionali - aggiunge Polverini- Contemporaneamente ci siamo occupati del lungo contenzioso ereditato dal passato che ha visto gia' sentenze favorevoli da parte del Tar. La decisione del Cipe oggi premia questo lavoro e una volta che si sara' pronunciato il Consiglio di Stato, fiduciosi che l'esito confermera' quanto gia' stabilito dal Tar, si potra' partire con la gara. Ci sono tutte le condizioni per poter dare avvio ad una infrastruttura determinante per il sistema viario del Lazio e che avra' ricadute positive per le imprese e per l'occupazione".

SVEVA BELVISO: "Schiaffo ai diritti dei cittadini"

NO CORRIDOIO ROMA-LATINA - Tante e diverse le reazioni all'approvazione della Roma-Latina da parte del Cipe e dall'asse bipartisan che si opponte alla bretella dichiarano che “Già è stato dato mandato all'avvocato Stefutti di presentare ricorso al Tar e se la giustizia amministrativa sara' veramente giustizia il nostro ricorso, che sara' presentato dopo la pubblicazione della delibera del Cipe, andrà in porto.”

Diversi i punti in cui il progetto non convince gli oppositori: "Abbiamo grossi dubbi sulle procedure di impatto ambientale eseguite", dice Bonessio, in particolare, spiega Alunni, "nel 2004 il quartiere romano di Torrino-Mezzocammino, dove passerebbe una parte dell'opera, non esisteva e non rifare la Via e' gravissimo". E ancora: "Manca l'intermodalita'- sottolinea Alunni- non c'e' un euro ne' un tracciato per opere su ferro, pur chiamandosi 'Corridoio intermodale integrato Roma-Latina'". Inoltre, ricorda Alunni, "il ministro del Mibac, Lorenzo Ornaghi, ha approvato l'opera mantenendo tutte le prescrizioni e ribadendo il parere negativo sulla tratta dell'opera che scavalca il Tevere, la parte piu' devastante per impatto".
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ok dal Cipe: approvata la Roma-Latina, i comitati: "Faremo ricorso"

RomaToday è in caricamento