Domenica, 19 Settembre 2021
Cronaca Marino

Marino: tenta di sedare una rissa, poliziotto massacrato

L'agente pestato è ricoverato in coma farmacologico all'ospedale San Camillo. Ha riportato traumi su tutto il corpo e fratture facciali multiple

Sono gravi le condizioni di Antonio De Vicentis, un ispettore di polizia, che è stato massacrato di botte la notte di capodanno per aver tentato di sedare una rissa scoppiata davanti a un ristorante di Marino nei pressi di piazzale Matteotti.

Il poliziotto, mentre tornava a casa con la moglie, ha notato la rissa, quindi si è fermato e si è palesato intimando agli uomini di fermarsi. Questi, invece, si sono scaraventati contro di lui e l'hanno pestato provocandogli delle ferite talmente gravi da indurre i dottori, poi, a metterlo in coma farmacologico.

L'agente ha riportato fratture agli zigomi, al naso e una grave ferita all'occhio. Inizialmente, è stato soccorso e trasportato all'ospedale di Albano. Qui i medici, viste le sue condizioni, l'hanno fatto trasferire all'ospedale San Camillo dove i dottori hanno indotto il coma farmacologico.
Un altro episodio inquietante in questa tragica vicenda è avvenuto durante il trasferimento dell'agente al San Camillo. L'ambulanza su cui viaggiava il ferito è stata fermata da un gruppo di stranieri ubriachi che pretendevano di far salire a bordo un loro amico che si sentiva male. Al rifiuto dell'equipaggio hanno rotto i vetri che si trovavano proprio sopra il ferito su cui sono cadute anche le schegge.
Gli uomini del 118 sono riusciti però a ripartire e a portare l'agente al sicuro che è ancora ricoverato al San Camillo, in coma farmacologico e con traumi su tutto il corpo e fratture facciali multiple.
Gli agenti del Commissariato di Marino stanno indagando su quanto accaduto, intanto ieri sera sono state fermate tre persone.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Marino: tenta di sedare una rissa, poliziotto massacrato

RomaToday è in caricamento