Spari a Magliana: pregiudicato colpito alla testa, la vittima era un sorvegliato speciale

Andrea Gioacchini risulta avere precedenti penali per armi, spaccio di droga, usura, estorsione, lesioni personali

FOTO ANSA/CLAUDIO PERI

Andrea Gioacchini, vittima dell'agguato di giovedì 10 gennaio davanti l'asilo nido Mais e Girasole della Magliana, è un nome conosciuto nel sottobosco criminale di Roma. L'uomo, 35 anni ancora da compiere, ha una serie di precedenti che vanno dall'usura alla droga. 

Detenzione di armi, spaccio di droga, usura, estorsione e lesioni personali sono i suoi precedenti che risultano nelle banche dati delle forze dell'ordine. A sparargli un uomo solo arrivato in scooter in via Castiglion Fibocchi.

Il sicario ha atteso che Gioacchini lasciasse i figli a scuola poi lo ha avvicinato e ha sparato, ferendolo alla testa. Le condizioni sono risultate critiche fin da subito: l'uomo è attualmente ricoverato e piantonato in ospedale. 

Quartiere sotto choc: le testimonianze

Gioacchini era sottoposto a sorveglianza speciale. Alcuni anni fa rimase coinvolto nella vicenda dell'estorsione ai danni di un imprenditore, per la quale venne condannata anche Tamara Pisnoli, ex moglie del calciatore Daniele De Rossi. Per quella vicenda aveva patteggiato, il 22 dicembre del 2015, una condanna ad 8 mesi (qui la notizia). 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • È morto Paco Fabrini a 46 anni in un incidente: da piccolo interpretò il figlio di Tomas Milian

  • Weekend a Roma: gli eventi di sabato 12 e domenica 13 ottobre

  • Metro B chiusa, cambiano gli orari per i week end di ottobre

  • Tenuta Castel di Guido, i lupi romani sono diventati ibridi. Chiesta la sterilizzazione

  • Quando si possono riaccendere i termosifoni? Ecco date e orari

  • Metro A, interventi su scale mobili e ascensori: chiude per tre mesi la fermata Baldo degli Ubaldi

Torna su
RomaToday è in caricamento