rotate-mobile
Cronaca Appio Claudio / Viale Giulio Agricola

Gli anarchici hanno incendiato cassonetti e danneggiato bancomat e auto all'Appio Claudio

Il blitz nel cuore della notte. Trovate scritte per Cospito e simboli anarchici. Indaga la polizia di Stato

Viale Giulio Agricola a ferro e fuoco nel cuore della notte. È  di tre cassonetti bruciati, auto danneggiate dalle fiamme, una campana del vetro rovesciata il bilancio di un blitz di un gruppo di incappucciati nella via del quartiere Appio Claudio. Nel blitz c'è stato anche il tentativo di dare alle fiamme un postamat e una vetrata della banca Intesa presa a martellate. Danni anche alle vetrate dell'ufficio postale di zona. 

Incappucciati in azione

L'azione è scattata poco prima delle 4. In pochi minuti un gruppo di ragazzi ha da prima dato fuoco ai cassonetti, per poi porli al centro della carreggiata. Quindi l'azione contro l'ufficio postale, con il liquido infiammabile cosparso sul postamat. Pochi metri più in là la banca Intesa la cui vetrata è finita pesantemente danneggiata. 

Nel frattempo nel rogo dei cassonetti sono finiti coinvolti anche motorini e auto, danneggiati dalle fiamme. A bloccare gli incappucciati il suono delle sirene che ha "salvato" il Postamat. Diverse le volanti della polizia di Stato sul posto. Con loro anche i vigili del fuoco. 

Le scritte anarchiche

Sui muri sono state rinvenute scritte legate agli anarchici. Una in particolare porta chi indaga a inserire quanto accaduto nell'ambito della proteste contro il 41bis ad Alfredo Cospito: "Anna e Alfredo liberi, nessuna pace per chi vive di guerra", la scritta vergata sui muri dell'Appio Claudio. Già in passato azioni simili sono state messe in atto nei quartieri della Capitale, con annessa rivendicazione anarchica. 

Cosa accade oggi

E' attesa per oggi, mercoledì 24 aprile, in Cassazione l’udienza del processo che vede imputati gli anarchici Alfredo Cospito e Anna Beniamino per l’attentato alla ex caserma allievi carabinieri di Fossano del 2006. I giudici della Suprema Corte dovranno esprimersi sui ricorsi presentati dal pg di Torino e dalle difese, dopo la sentenza d'appello del giugno scorso per l’attentato alla ex caserma allievi carabinieri di Fossano.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gli anarchici hanno incendiato cassonetti e danneggiato bancomat e auto all'Appio Claudio

RomaToday è in caricamento